L'iniziativa

Factory Banca Manzano, ecco i giovani imprenditori

Cinque under 35 hanno preso possesso degli uffici messi a disposizione in via Garibaldi dal progetto messo a punto dall'istituto di credito friulano

L'ingresso di Factory Banca Manzano

L'ingresso di Factory Banca Manzano

GORIZIA - La Factory Banca Manzano di Gorizia è operativa. Si sono insediati i cinque under 35 che avranno la possibilità di sviluppare la propria idea imprenditoriale mei prossimi 12 mesi, usufruendo gratuitamente degli spazi messi a disposizione nella centralissima via Giuseppe Garibaldi. Spazi distribuiti su due piani (progettati da Valentina Vidoni, Maria del Mar Aroca Aranda e Marzena Ciesielka) con uffici, aree relax e sale comuni per consentire di condividere idee e progetti. 

Il progetto Lam
La prima realtà insediata in Factory si chiama Lam (‘Look at me’). Si tratta di un progetto messo a punto da Anna Devecchi, Giovanna Culot e Denise Giusto con l’obiettivo di creare giocattoli ed eventi fruibili anche da bambini diversamente abili. Non solo. Lam mette a disposizione la propria creatività, avvalendosi di consulenze specifiche fornite da esperti educatori e terapisti, per strutturare workshop ed eventi pensati per i più piccoli, dove il gioco ‘accessibile’ è il protagonista indiscusso. Collegato al progetto, c’è poi l’associazione ‘Incastri’, nata a Gorizia a gennaio 2015 per promuovere in chiave no profit i valori alla base di Lam, quindi l'inclusione, la valorizzazione della diversità e il gioco.«Avevamo bisogno di uno spazio fisico in cui lavorare – afferma Devecchi – e quando si è presentata l’opportunità offerta da Banca Manzano non ci è sembrato vero. Una sede bella e centrale, dove abbiamo deciso di organizzare il prossimo meeting con i nostri partner». 


Valeria e Caterina, architetti
La seconda realtà insediata in Factory è formata da due architetti: Valeria Perco e Caterina Bigatton. Le due professioniste portano avanti l’idea di ‘progettazione diffusa’: «Alla base del progetto – spiegano – c’è una rete di collaborazioni fra i professionisti operanti nella provincia di Gorizia e in regione, per formare un gruppo di lavoro in cui sono presenti tutte le competenze professionali utili ad analizzare, progettare e risolvere ogni aspetto della progettazione. Operando con un approccio comune – precisano – ogni componente della rete può lavorare in modo individuale, secondo le proprie specificità, su un unico progetto, ma avendo la possibilità di coordinare, controllare e verificare tutte le fasi». «La Factory è una possibilità che offriamo ai ragazzi di costruire il loro futuro in Friuli Venezia Giulia – chiarisce Carlo Piemonte, ideatore della formula Factory –. Un vero e proprio propulsore d’impresa che tra i suoi plus ha la capacità di creare sinergie e relazioni durature tra chi si insedia e il mondo imprenditoriale».