Si è spento a 71 anni

Morto l’allenatore Agostino Moretto: lutto per il calcio

Era stato premiato come miglior allenatore della regione nel 1997

lutto nel calcio

lutto nel calcio

GORIZIA - Si è spento giovedì sera all’ospedale di Gorizia all’età di 71 anni Agostino Moretto, allenatore stimatissimo fin dai primi anni 80. Aveva seguito numerose squadre in Friuli e nell’Isontino, dal Cervignano alla Manzanese, dall'Itala San Marco alla Sanvitese. Era originario di Lucinico (Gorizia), e in tutto il panorama dilettantistico del Friuli Venezia Giulia si era distinto per le sue idee innovative e la dedizione profusa in trent’anni di lavoro.

Nato il 30 aprile 1945 a Motta di Livenza e trasferito in riva all’Isonzo in tenera età, ha giocato in diverse società isontine e friulane, concludendo la carriera agonistica a Corno fino a raggiungere, a 30 anni, il suo primo ruolo in una prima squadra.
La sua carriera di allenatore è poi iniziata a Cervignano, con la vittoria del campionato di Eccellenza, per poi passare alla squadra del Lucinico. Anche in seguito, passato alla Manzanese, aveva ottenuto il massimo nel campionato dilettantistico. Nella stagione 1997/98 al 2001 allena l’Itala San Marco e conquista l’Interregionale grazie a un celebre spareggio sul neutro di Fagagna contro la Sacilese. Il 23 dicembre del 1997, infatti, riceve un’onorificenza come miglior allenatore del Friuli Venezia Giulia durante la serata dedicata ai ‘Top 11’ del Messaggero Veneto.
La carriera è proseguita poi nella Pro Gorizia, nel Sanvitese, e poi in Veneto (serie D) con il San Polo Gemeaz nel 2005. A causa di un malore si trovò poi costretto a interrompere la carriera calcistica.

Lo piangono la moglie Marisa, i figli Alessandro e Chiara e l’adorata nipote Alessia. I funerali si svolgeranno lunedì 22 agosto alle 11, nella chiesa arcipretale di «San Giorgio Martire» a Lucinico, da dove la salma prenderà poi la via per il cimitero comunale di Gorizia per la sepoltura.

Tutto su: