24 giugno 2017
Aggiornato 12:30
Prodotti biologici

La goriziana Biolab sbarca all'Expo

L'azienda di Santinelli proporrà degustazioni guidate nella prima settimana dell'esposizione universale nel Bio store NaturaSì, allestito nel Parco della biodiversità

Il presidente di Biolab, Massimo Santinelli (© )

GORIZIA – Degustazioni Biolab a Expo Milano 2015: nella prima settimana dell’esposizione universale sul tema «Nutrire il pianeta, energia per la vita», che si aprirà venerdì 1.o maggio 2015 a Milano, l’azienda goriziana guidata da Massimo Santinelli – da oltre vent’anni impegnata nella produzione di alimenti biologici vegetariani e vegani – proporrà degustazioni e assaggi dei suoi prodotti. Biolab sarà presente con il suo chef, da venerdì 1 a venerdì 8 maggio, ogni giorno dalle 10 alle 23, nel Bio Store NaturaSì allestito nel Parco della biodiversità – Padiglione del biologico naturale. 

Dal tofu al seitan, degustazioni a Rho
Al Bio Store NaturaSì, Biolab porterà i suoi prodotti, che saranno poi disponibili per la clientela sino alla conclusione di Expo: i basic quali il tofu e il seitan, le famiglie che compongono la linea gastronomia come i medaglioni, le polpettine, le svizzere e le cotolette, solo per citare alcune delle proposte di piatti pronti bio che sempre più successo stanno incontrando sulla tavola. Non mancheranno, naturalmente, le rivisitazioni veg di grandi classici della cucina italiana, il veg-ragù alla bolognese e lo spezzatino, entrambi alla maniera di Biolab, e di un intramontabile piatto tipico friulano: il Fricò vegetariano.

Santinelli: «Importante palcoscenico per il bio»
Il Parco della biodiversità di Expo Milano 2015 nasce dalla partnership tra Bologna Fiere e Expo 2015 Spa con la collaborazione del Ministero delle politiche agricole, alimentari e forestali, del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare, e di FederBio; si estende su una superficie di 8.500 metri quadrati e si articola in due padiglioni, l’uno dedicato al biologico e l’altro alla mostra delle biodiversità. Lo scopo del parco è valorizzare le eccellenze italiane ambientali, agricole e agroalimentari attraverso un percorso che racconta l’evoluzione e la salvaguardia della biodiversità agraria.
«È importante che il biologico rivesta un ruolo fondamentale sul palcoscenico di Expo Milano 2015 – spiega l’imprenditore Massimo Santinelli, che siede anche nel consiglio direttivo di Assobio –. Il valore aggiunto del controllo e della garanzia lungo tutta la filiera fanno sì che il mercato del bio sia in forte e costante crescita perché il consumatore, sempre più consapevole, cerca risposte precise alla sua esigente ricerca di tutela e di informazioni. Nel segmento biologico, poi, vegetariano e vegano rappresentano due declinazioni in grande espansione, perché rivolte non solo a chi ha compiuto una scelta alimentare sulla base di motivazioni diverse, ma anche a chi si nutre in modo convenzionale ed è incuriosito dallo scoprire alternative gustose».