24 settembre 2018
Aggiornato 05:00

Caldo record, temperature sopra i 39 gradi

Continua l'ondata di calore anche su Gorizia e l'Isontino: tante le richieste di soccorso ai numeri per l'emergenza, superlavoro anche per i medici di base. Bisognerà «soffrire» fino a domenica
C'è chi cerca refrigerio sfruttando anche le fontane cittadine
C'è chi cerca refrigerio sfruttando anche le fontane cittadine ()

GORIZIA - La colonnina di mercurio ha sfondato quota 39 gradi. E non accenna a placarsi l’ondata di caldo che sta investendo anche Gorizia. Anche oggi nel capoluogo isontino si sono registrate temperature da record per il mese di luglio, con la colonnina di mercurio che attorno alle 16 ha superato i 39 gradi (39.1 gradi secondo MeteoGo.it). Ancora alle 19, le temperature superavano quota 38 gradi, mentre le minime, anche di notte, non scendono sotto i 24 gradi. La prolungata ondata di caldo sta avendo effetti anche sulla salute dei goriziani: sono decine le richieste di aiuto arrivate in questi ultimi giorni al Pronto soccorso, soprattutto da parte di persone anziane, che più di altre soffrono i colpi di calore, anche perché generalmente poco propensi a idratarsi con maggior costanza, come richiesto dalle condizioni climatiche del momento. Superlavoro anche per i medici di famiglia, alle prese con piccole patologie legate all’esposizione al calore.

I consigli validi sono sempre i soliti: bere molto, non esagerare a tavola, privilegiare abiti leggeri ed evitare di uscire di casa nelle ore più calde. Bisognerà sopportare il caldo intenso ancora per qualche giorno: da domani sono previsti i primi rovesci a carattere temporalesco, ma è da domenica che le temperature dovrebbero subire una netta diminuzione (nell’ordine dei 5-7 gradi), prima di risalire nuovamente a metà della prossima settimana.