18 dicembre 2017
Aggiornato 02:00
La manifestazione

In seicento in cittą per «Gorizia in 4 Lingue»

Macchina organizzativa a pieni giri per il torneo internazionale organizzato dall'associazione goriziana Smilevents: il prossimo weekend arriveranno pił di cinquecento atleti, cinque le discipline delle gare

Un momento della conferenza stampa di presentazione (© )

GORIZIA - Quasi seicento atleti, oltre quaranta squadre provenienti da tutto il Nord Italia, dall’Austria e dalla Slovenia, trecento partite in otto impianti e cinque discipline.  Viaggia a pieni giri la macchina organizzativa del torneo internazionale giovanile «Gorizia in 4 Lingue», che da venerdì prossimo e fino a domenica 30 agosto animerà il capoluogo isontino e Nova Gorica. Le mini-olimpiadi organizzate dall’associazione goriziana Smilevents avranno ricadute positive anche per il tessuto economico cittadino: sono tante le squadre che hanno scelto alberghi e bed and breakfast per soggiornare nelle giornate di svolgimento del torneo, mentre per circa 350 atleti si apriranno le porte del Padiglione D del quartiere fieristico di via della Barca, messo a disposizione dalla Camera di Commercio di Gorizia: qui, grazie alla collaborazione con la Brigata Pozzuolo e la Protezione civile regionale, saranno installate oltre trecento brandine, che consentiranno ai giovani di riposare e condividere - anche grazie a un’area relax e una zona ristoro - momenti di spensieratezza e divertimento tra una gara e l’altra. Il «villaggio olimpico» di via della Barca sarà costantemente collegato agli impianti di gioco grazie al servizio shuttle garantito dall’Apt. In tutto saranno servite 600 colazioni e oltre 2.500 pasti nei tre giorni del torneo, che sarà inaugurato con una suggestiva cerimonia venerdì 28 agosto alle 19, in piazza Sant’Antonio, dove risuoneranno gli inni nazionali italiano, sloveno e austriaco.

Trecento match in programma
Circa trecento le partite in programma, che saranno distribuite tra il PalaBigot e il PalaBrumatti per il basket, la palestra di Sant’Andrea e quelle di viale Virgilio e largo Nicolò Pacassi per il volley, i campi da tennis di Campagnuzza, il campo sportivo di Piedimonte per il rugby e lo stadio di Nova Gorica per la pallamano. «Siamo riusciti a radunare cinque discipline in un unico evento: un risultato praticamente senza eguali nel nostro Paese - ha sottolineato il presidente di Smilevents, Ascanio Cosma -. Siamo particolarmente felici poi della mobilitazione delle istituzioni e partner, coinvolte a pieno titolo nella realizzazione dell’iniziativa». Alla terza edizione, il torneo è ormai un punto di riferimento a livello giovanile: parteciperanno squadre dagli under 14 agli under 17 anche provenienti da Koper, Skofja Loka, Klagenfurt, Val di Non, Oderzo, ma pure dalla Toscana. L’evento aderisce inoltre per il secondo anno all’iniziativa provinciale di comunicazione ambientale per la riduzione dei rifiuti e la promozione della raccolta differenziata  «Facciamolo con amore», mettendo in pratica i comportamenti previsti dal protocollo e promuovendo la stessa iniziativa attraverso materiale vario.

I partner
Per l'organizzazione del Torneo internazionale giovanile «Gorizia in 4 Lingue» l'associazione Smilevents potrà contare sulla disponibilità di una trentina di volontari e collaboratori, oltre che sul sostegno di tanti enti e realtà locali, indispensabili per la riuscita dell'iniziativa. L'evento gode del patrocinio di Comune e Provincia di Gorizia, Comune di Nova Gorica, Brigata Pozzuolo, Camera di Commercio e Udine e Gorizia fiere. Fondamentale è il sostegno della Fondazione Carigo, oltre all'aiuto degli sponsor Banca di Manzano e azienda Roncadin.