17 ottobre 2017
Aggiornato 07:30
La manifestazione sportiva

Acceso il tripode, al via "Gorizia in 4 lingue"

Oltre cinquecento atleti in piazza Sant'Antonio per la cerimonia inaugurale dell'evento che raduna più di quaranta squadre di basket, volley, pallamano, tennis e rugby provenienti da Italia, Slovenia e Austria

Un momento della cerimonia d'apertura di Gorizia in 4 lingue (© )

GORIZIA - Prime schiacciate e tiri a canestro per la terza edizione del torneo internazionale giovanile «Gorizia in 4 Lingue» Sono cominciate nella mattinata di ieri le sfide tra i quasi seicento atleti partecipanti: dai campi da gioco sono quindi arrivati i primi verdetti per quattro discipline, ovvero pallavolo, pallacanestro, pallamano e tennis, mentre per il rugby bisognerà attendere domani. Intanto la prima giornata della manifestazione organizzata dall'associazione Smilevents ha avuto come momento clou la cerimonia di inaugurazione, ospitata da un'affollata piazza Sant'Antonio.

L'accensione del tripode
Le oltre quaranta squadre - rappresentate le categorie dall’under 12 all’under 17 - provenienti da tutto il Nord Italia, dall’Austria e dalla Slovenia sono arrivate in corteo, accolte dalla voce di Elisa «Erin» Bonomo, cantante del gruppo veneto «Cantina dei Bardi». Il brano «Crasi», contenuto nell'ultimo album del complesso, è stato infatti scelto come colonna sonora del torneo. La cerimonia è stata corredata dall'esecuzione degli inni nazionali di Italia, Austria e Slovenia, e da una speciale coreografia in cui si sono lasciati coinvolgere non solo gli atleti, ma anche gli spettatori. Il momento più emozionante è però stato senza dubbio l'accensione del tripode, posizionato nel pozzo di piazza Sant’Antonio, che ha simbolicamente dato il via alle mini-olimpiadi goriziane. Sul palco, per un breve saluto, anche il sindaco Romoli, l’assessore provinciale Tomsic e le autorità giunte da Nova Gorica e Klagenfurt. Alla fine, gli atleti hanno dato saggio delle proprie attitudini sportive, con un paio di alzate di pallavolo, qualche palleggio con il pallone a spicchi, scambi con pallina e racchetta, ma pure con la palla ovale e con il pallone utilizzato per le gare di pallamano. 

Sui campi da gioco
Circa trecento le partite in programma fino a domani (domenica), distribuite in otto impianti, di cui sette a Gorizia e uno a Nova Gorica. Il PalaBigot e il PalaBrumatti ospitano il basket, la palestra di Sant’Andrea e quelle di viale Virgilio e Pacassi il volley, per il tennis sono usati i campi di Campagnuzza, il campo sportivo di Piedimonte è dedicato al rugby e lo stadio di Nova Gorica alla pallamano.