27 aprile 2018
Aggiornato 02:30
Gusti di Frontiera

Pił di seicento visitatori alla mostra "Sguardi in cittą"

Subito successo per l'iniziativa organizzata da IV Stormo, Mitteldream e "Sei di Gorizia se...". Esposte oltre cinquecento foto, ma anche documenti, costumi e video

Un momento dell'inaugurazione della mostra (© )

GORIZIA - Più di seicento persone nei primi due giorni di apertura, oltre duecento alla serata di inaugurazione. La mostra «Sguardi in città… e dintorni» ha subito fatto il pieno di visitatori, incuriositi dalle oltre cinquecento fotografie in mostra nel Museo di Santa Chiara. L’esposizione sarà visitabile con ingresso gratuito fino a mercoledì dalle 16 alle 19, giovedì e venerdì dalle 16 alle 21 e sabato e domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 21. Stampate su pannelli in forex, le immagini di oltre trenta fotoamatori e fotografi professionisti raccontano la storia e i momenti di vita della città e delle aree limitrofe, focalizzando l’attenzione anche su particolari e scorci nascosti. 

Il sindaco Ettore Romoli, durante l’inaugurazione, ha ribadito come «con questa mostra multimediale i nostri concittadini possono riscoprire la loro «gorizianità», fornendo ai visitatori da fuori che decideranno di accedere all’esposizione uno spaccato della storia della nostra città». 

Le immagini raccontano di eventi ormai immediatamente associati al nome di Gorizia, come èStoria, la fiera di Sant’Andrea e le sagre, nonché di paesaggi suggestivi, immortalai nei dintorni del capoluogo isontino, del Collio e della vicina Slovenia, oltre che fotografie e stampe in bianco e nero risalenti all’epoca della Grande Guerra. Sono inoltre esposti i dipinti a china dell’artista Emanuele Musulin, oltre alla mostra fotografica autonoma organizzata dal Fotoclub di Lucinico, una raccolta di opere selezionate lo scorso aprile nell'ambito della nona edizione di «Portfolio a Lucinico». Al piano terra inoltre verranno  proiettati dei videoclip che renderanno ancora più interattiva la mostra ed è stata confermata la presenza di rievocatori storici medioevali e della Grande Guerra. La mostra è promossa dall'associazione culturale «4° Stormo», in collaborazione con il comitato cittadino Mitteldream, con il gruppo Facebook «Sei di Gorizia se» e con l'aiuto del Fotoclub di Lucinico.