27 aprile 2018
Aggiornato 02:30
Il via libera

Sì del Consiglio all'Uti Collio-Alto Isonzo

Disco verde dell'aula allo statuto e all'atto costitutivo dell'unione intercomunale: ferme sul no Forza Italia e Slovenska Skupnost, 24 i voti favorevoli

I lavori del Consiglio comunale (© )

GORIZIA - Il Consiglio comunale di Gorizia ha approvato questa sera l’atto costitutivo e lo statuto della costituenda Unione territoriale intercomunale Collio-Alto Isonzo, di cui fanno parte quindici comuni dell’Alto Isontino. L’approvazione dei documenti costitutivi è giunta dopo che nelle prime due sedute non era stato raggiunta la maggioranza qualificata dei due terzi dei consiglieri. Ventiquattro i voti favorevoli (la maggioranza degli esponenti del Popolo di Gorizia, il Pd, Udc, la civica di centrosinistra Gorizia è Tua, la civica Per Gorizia e i Pensionati), dodici i contrari (no di Movimento 5 Stelle, Sel, Idv, Rc, Slovenska Skupnost, ma anche Fi e Fdi), un astenuto (Obizzi del Popolo di Gorizia). «E’ stato un voto sofferto, ma sono soddisfatto di aver difeso la città che amministro - ha detto il sindaco Ettore Romoli -. Spero che l’Uti serva alla nostra città: oggi allargarsi e cercare consenso in un’area più ampia è una necessità imprescindibile».