17 ottobre 2017
Aggiornato 13:00
Edilizia scolastica

Ok del Comune, sarą ristrutturata la scuola Trinko

I lavori sono stati appaltati a un'impresa di San Doną di Piave: intervento da 530 mila euro, cantiere dalla prossima estate

L'esterno della scuola media Trinko (© )

GORIZIA - Continua il programma di risanamento delle strutture scolastiche di Gorizia, per le quali, in otto anni, sono stati spesi dal Comune quasi 20 milioni di euro. Il prossimo intervento riguarderà la scuola media con insegnamento di lingua slovena, "Ivan Trinko" di via Grabizio che sarà ristrutturata con una spesa di 530 mila euro. I lavori saranno effettuati dall'impresa Mario Bincoletto, di San Donà di Piave, che si è aggiudicata l'appalto con il 21,645% di ribasso.

L'avvio dei lavori a fine anno scolastico
La modernizzazione della struttura scolastica passerà attraverso  la sostituzione di tutti i controsoffitti interni con nuovi pannelli aventi caratteristiche fonoassorbenti e di resistenza al fuoco; il il rifacimento di tutti gli impianti elettrici con nuovi corpi illuminanti ed illuminazione di emergenza; l' inversione del senso di apertura di alcune porte interne a favore dell’esodo degli utenti;  la costruzione di una scala di sicurezza esterna, per garantire l’esodo dal primo piano, con il rifacimento della fognatura e del marciapiede.  Inoltre, si procederà alla riqualificazione di alcuni ambienti, maggiormente esposti a pericolo d’incendio, mediante controfodera di pareti esistenti ed installazione di nuovi serramenti e sarà modificata ed estesa la rete idrica antincendio con un nuovo attacco motopompa, la sostituzione di erogatori e l' integrazione degli estintori.  Per quanto riguarda l'inizio dei lavori si sta verificando con la dirigente scolastica si sta analizzando la possibilità di iniziare i lavori prima della fine di questo anno scolastico e nel caso non fosse possibile, o ritenuto inopportuno, i lavori verranno eseguiti durante l'estate 2016. 

Romoli: «Cifra consistente per adeguamento scuole»
«Aggiungiamo un'altro tassello alla modernizzazione della rete scolastica cittadina - afferma soddisfatto il sindaco, Ettore Romoli -, che, fin dall'inizio ci è stata particolarmente a cuore perchè riteniamo che bambini e insegnanti debbano essere ospitati in spazi adeguati e in totale sicurezza. Per questo, nei vari bilanci, abbiamo sempre inserito una cifra consistente per l'adeguamento delle strutture scolastiche».