15 dicembre 2017
Aggiornato 10:30
Capodanno

Botti vietati, si salva solo lo spettacolo di piazza Vittoria

A San Silvestro stop a giochi pirici e fuochi artificiali: l'unica autorizzazione per lo show pirotecnico organizzato dal Comune

I fuochi dello scorso anno in piazza Vittoria (© )

GORIZIA - Anche quest’anno, il sindaco di Gorizia, Ettore Romoli, ha firmato un’ordinanza per impedire lo scoppio dei botti durante i festeggiamenti di Capodanno e gli unici permessi saranno quelli autorizzati dalla competente autorità di pubblica sicurezza, ovvero i fuochi artificiali dal castello. Nell’ordinanza si specifica che «è fatto divieto assoluto a chiunque e a qualsiasi titolo di accendere, sparare, lanciare e fare uso di fuochi artificiali, giocattoli pirici da libera vendita e materie esplodenti in genere». Le forze di polizia avranno la facoltà di «allontanare dalle eventuali aree interessate da festeggiamenti chiunque sarà sorpreso con fuochi o materiale analogo» e chi contravverrà all’ordinanza sarà punito con una sanzione amministrativa da 50 a 300 euro.

Un provvedimento che va nel solco tracciato da centinaia di altri primi cittadini in tutta Italia e che è ben accolto anche dalle associazioni che si occupano della tutela degli animali da affezione, che spesso soffrono e scappano addirittura dalle rispettive dimore in concomitanza con le ultime giornate dell’anno, proprio a causa dell’indiscriminato utilizzo di botti e giochi pirici. Non sarà sospeso, tuttavia, il tradizionale spettacolo di fuochi organizzato dal Comune a corollario della festa di Capodanno in piazza Vittoria: lo show, che scoccherà alla mezzanotte per salutare il nuovo anno, si protrarrà per trenta minuti.