15 dicembre 2017
Aggiornato 12:30
L'operazione dei Carabinieri

Facevano prostituire giovani romene, tre arresti a Gorizia

Smantellata organizzazione composta da connazionali delle ragazze, provenienti dal sud della Romania: adescavano clienti attraverso annunci sul web e facevano prostituire le ragazze in diversi appartamenti del centro del capoluogo isontino.

Le ragazze ricevevano clienti in appartamenti del centro (© )

GORIZIA - Tre persone sono state arrestate e sette denunciate a piede libero dai Carabinieri del Nucleo investigativo di Gorizia con l’accusa di aver dato vita a un giro di prostituzione che operava principalmente nel capoluogo isontino, ma anche a Pordenone e Riccione.

Tre le persone arrestate
L’indagine, avviata a giugno, ha permesso di individuare una rete che, attirando la clientela con annunci su siti internet dedicati, faceva prostituire ragazze in diversi appartamenti del centro di Gorizia. Le giovani prostitute, di nazionalità romena come i componenti dell’associazione criminale che gestiva l’attività, provenivano principalmente da Galati, città del sud della Romania. Per due dei responsabili del sodalizio è stata disposta la custodia cautelare in carcere, mentre un terzo si trova agli arresti domiciliari. Nel corso dell’attività investigativa i Carabinieri hanno eseguito tre perquisizioni domiciliari, sequestrando un’automobile utilizzata per portare in Italia le giovani.