24 novembre 2017
Aggiornato 01:00
Economia sommersa

Colpo della Gdf a Monfalcone: estetiste sconosciute al Fisco

I finanzieri hanno individuato l'attivitÓ in case private e scoperto un ammanco alle casse dell'erario di oltre 100.000 euro di ricavi non dichiarati e 25.000 euro di I.V.A.

Fisco: GdF scopre centri estetici in case private a Gorizia (ę Adobe stock | Shjmyra)

MONFALCONE - Nel corso di controlli disposti dal Comando provinciale di Gorizia contro l'abusivismo commerciale e l'economia sommersa, i finanzieri della Compagnia di Monfalcone hanno individuato e sottoposto a verifica fiscale due persone, che svolgevano attività di estetista e manicure nelle rispettive abitazioni, risultate completamente sconosciute al Fisco, constatando un ammanco per le casse dell'erario di oltre 100.000 euro di ricavi non dichiarati e 25.000 euro di I.V.A. non versata. Come riferito dall'Ansa, attraverso appostamenti, i militari hanno notato un flusso di persone che entrava e usciva quotidianamente dalle abitazioni, scoprendo veri locali adibiti a 'studio estetico', ben equipaggiati di lettini, strumentazione per la depilazione corporea, lampade UV e materiale altamente specializzato per la ricostruzione e decorazione delle unghie. Sulla scorta di questo - chiarisce l'Agenzia - e con le dichiarazioni della clientela appositamente identificata e sentita, i militari hanno ricostruito il volume di affari.