23 settembre 2017
Aggiornato 06:00
Ieri incontro con Serracchiani

Aeroporto Fvg, raggiunto l'accordo: nessun licenziamento

Il pacchetto d'intervento per i prossimi 18 mesi, approvato da lavoratori e sindacati, prevede la riduzione del 25% dell'orario di lavoro

Raggiunto l'accordo per i lavoratori di Aeroporto Fvg (© Adobe stock | chungking)

RONCHI DEI LEGIONARI - Dopo l'annuncio della mobilità volontaria di 12 lavoratori – qui l'l'approfondimento - è stato raggiunto l'accordo relativo agli altri dipendenti di Aeroporto Fvg che prevede una riduzione del 25 per cento dell'orario di lavoro e un maggiore flessibilità legata all'operatività dei voli, a fronte di nessun licenziamento. L'intervento, approvato dall'assemblea dei lavoratori, sarà operativo per i prossimi 18 mesi. «Siamo soddisfatti per l'accordo raggiunto quest'oggi, che rafforza il nostro impegno per la prosecuzione degli interventi di rilancio dello scalo» è il commento della presidente della Regione Debora Serracchiani sull'intesa raggiunta tra i sindacati e la società di gestione. Serracchiani ha rivolto il suo ringraziamento ai dipendenti dello scalo che, con la sottoscrizione dell'accordo, «hanno dato un loro prezioso contributo al rilancio dell'aeroporto, comprendendo che a questo gesto corrisponde parallelamente un impegno della Regione su più fronti». All'incontro hanno partecipato il presidente e il direttore generale dello scalo, Antonio Marano e Marco Consalvo, nonché le rappresentanze sindacali tra cui Valentino Lorelli della Filt Cgil, Lilli Bigoni della Fit Cisl ed Emiliano Zotti delle Rsu dell'aeroporto del Friuli Venezia Giulia. Tra gli interventi, sono stati evidenziati il taglio dei compensi degli amministratori e le opere di ammodernamento delle strutture che fanno parte del già discusso piano industriale 2016-2019 di rilancio. L'obiettivo è sanare lo stato economico critico dello scalo, creando delle condizioni generali che garantiscano l'occupazione a chi opera al suo interno.