23 settembre 2017
Aggiornato 06:00
Operazione della Guardia di Finanza

Medea, 200 mq di discarica abusiva in terreno privato

I proprietari di Trieste, all'oscuro dell'uso illecito dell'area, hanno dovuto provvedere alla rimozione e allo smaltimento dei rifiuti

Scoperta discarica abusiva a Medea (© Gdf Comando di Gorizia)

MEDEA - È di circa 200 metri quadri l’area sequestrata nelle scorse settimane da parte della compagnia della Guardia di Finanza di Gorizia per il reato di gestione non autorizzata dei rifiuti. A seguito dell'attività di controllo, infatti, è stata scoperta una discarica abusiva. Diversi soggetti, tuttora sconosciuti, hanno riversato nell'ampia area di Medea grandi quantità di plastica, scarti di lavorazioni edili, pannelli ondulati in amianto, materiali ferrosi ed elettrici. Il tutto accadeva diverso tempo fa giudicare dallo stato della zona, finora non facilmente individuabile a causa della vegetazione. A seguito della ricognizione, c'è stato un tempestivo intervento dell’A.R.P.A. Fvg (Agenzia Regionale per la protezione dell’Ambiente Intervenuti), dell’Ufficio Tecnico del comune di Medea e dell’Azienda per i Servizi Sanitari n. 2 Bassa Friulana - Isontina, competente per i rifiuti in amianto. Ciò ha permesso di mettere in sicurezza l’area. Nel frattempo sono stati identificati i proprietari dell'area, residenti a Trieste e totalmente ignari della situazione. A loro spese i rifiuti sono stati rimossi e smaltiti. Completate le operazioni di bonifica il terreno è stato dissequestrato in favore dei legittimi proprietari, come disposto dal Tribunale di Gorizia.