19 novembre 2017
Aggiornato 00:00
Parco comunale

Doppio appuntamento con i Rusteghi di Goldoni

Il municipio di Gorizia apre le porte al teatro in dialetto veneziano: martedì 26 e mercoledì 27 luglio il gruppo diretto da Gianfranco Saletta porterà in scena la celebre commedia goldoniana

La statua di Carlo Goldoni. La commedia dialettale I Rusteghi in scena a Gorizia (© Adobe Stock | pixarno)

GORIZIA - Martedì 26 e mercoledì 27 luglio, alle ore 21 Il Gruppo Teatrale per il Dialetto, diretto da Gianfranco Saletta, presenterà lo spettacolo teatrale ‘I Rusteghi’ di Carlo Goldoni. La rappresentazione, con la regia di Saletta, si terrà nella cornice del Parco comunale di Gorizia (con eventuale replica straordinaria giovedì 28 luglio, sempre alle 21). Lo spettacolo è a offerta libera e il pubblico potrà trovare posto a sedere dalle 20.30. La tradizionale commedia in dialetto veneziano sarà ridotta da tre a due tempi per una durata di circa un'ora e mezza, con un breve intervallo.

La celebre commedia di Goldoni
La vicenda ha per protagonisti quattro rusteghi: Lunardo, Canciano, Simone e Maurizio. Quando Lunardo decide di combinare il matrimonio della figlia Lucietta con Filippetto, figlio di Maurizio, senza che gli sposi vengano avvisati, le donne decidono di ribellarsi. Margarita, matrigna di Lucietta, aiutata da Felice, moglie di Canciano e Marina, moglie di Simone, all’insaputa dei rusteghi, riesce a far sì che i due giovani possano, prima delle nozze, almeno incontrarsi. I quattro uomini, saputa la cosa, montano su tutte le furie, ma è Felice a dimostrare quanto assurdo sia il loro comportamento tanto da costringerli ad accettare la situazione. Viene messo in scena lo scontro tra il nuovo e l’antico, tra una condizione di vita rigida e una più moderna, fondata sul dialogo e sulla reciproca comprensione. L’uomo rappresenta il passato, la donna l’equilibrio, la serenità e il progresso: persino sul piano linguistico il dialogo brioso e spumeggiante delle donne si contrappone a quello cupo e nervoso degli uomini.