23 settembre 2017
Aggiornato 06:00
Verso il titolo italiano

Fase calda per il baseball isontino: al via i play off della serie A

Pronto il calendario dei New Black Panthers di Ronchi dei Legionari che esordiranno sabato 30 luglio allo stadio Gaspardis

New Black Panthers, è pronto il calendario dei play off della serie A del baseball. (© Adobe Stock | Danny Hooks)

RONCHI DEI LEGIONARI – È pronto il calendario dei play off della serie A del baseball. Il via sabato, quando, inseriti nel girone A, i New Black Panthers di Ronchi dei Legionari, esordiranno allo stadio Enrico Gaspardis, ospitando, alle 15.30 e alle 20.30, il Comcor Modena. Nella stessa giornata si giocheranno anche: Padule-Collechio e Imola-Castenaso. Sabato 6 agosto poi, i ronchesi di Paolo Da Re saranno in quel di Castenaso, mentre il 27 agosto, ancora una volta al ‘Gaspardis’, arriverà l'Imola. Si andrà poi al 3 settembre, quando, a Ronchi dei Legionari, arriverà il Padule di Sesto Fiorentino, mentre il 10 settembre i New Black Panthers, formazione del capitano Mario Miceu, saranno a Collecchio, in provincia di Parma. Pochi giorni, dunque, e si comincia. Se tutto andrà per il verso giusto, per i New Black Panthers si apriranno le porte delle semifinali per il titolo italiano, che si giocheranno al meglio delle 3 partite e che verranno poi disputate il 17 e 18 settembre tra le prime 2 squadre classificate di ogni raggruppamento. I ronchesi si presentaranno al via di questa nuova fase dovendo rinunciare al lanciatore dominicano Salomon Marinez, con il quale si è interrotto il rapporto di fiducia iniziato lo scorso aprile. Il monte di lancio non verrà rinforzato con nessun innesto all'ultimo minuto, ma sarà l'occasione per dar fiducia al parco giocatori esistente. «Sappiamo che la strada è difficile e che le altre squadre sono ben fornite – ha commentato il diesse, Mauro Berini – ma non abbiamo paura di inserire qualche giovane che è stato ed è ben preparato dal nostro coach Rolando Cretis». Tra le fila dei ronchesi mancherà anche il ricevitore Elia Marinig, squalificato per qualcosa come 12 giornate dopo una plateale protesta messa in atto nei confronti di un giudizio arbitrale nell'ultima gara.