25 settembre 2017
Aggiornato 15:00
Delibera regionale

Porto di Monfalcone, via libera all'escavo

Decisione assunta nelle stesse ore in cui il Consiglio dei Ministri ha approvato la nascita dell'Autoritą di Sistema del Mare Adriatico Orientale, che comprenderą anche il Porto di Trieste

Regione Fvg finanzia e coordina la realizzazione dell'escavo del canale di accesso al Porto di Monfalcone (© web | Porto di Monfalcone)

MONFALCONE - La Regione finanzia il progetto definitivo e coordina la realizzazione dell'escavo del canale di accesso al Porto di Monfalcone. Con una delibera proposta dall’assessore alle Infrastrutture e Territorio Mariagrazia Santoro, la Giunta regionale ha infatti approvato l’intervento che prevede l'approfondimento del canale di accesso allo scalo a 12,5 metri, a fronte del dragaggio di 885mila metri cubi di fanghi da riportare in precise aree della cassa di colmata. La decisione è stata assunta dalla Giunta, fa notare l’assessore Santoro, nelle stesse ore in cui il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legislativo che riordina la portualità italiana, per effetto del quale ha preso corpo l'Autorità di Sistema del Mare Adriatico Orientale, con i porti di Trieste e Monfalcone. «Il nostro provvedimento, consentendo finalmente la realizzazione di opere attese da anni - sottolinea - si integra dunque perfettamente con le scelte nazionali e darà linfa allo sviluppo dei due scali, aprendo importanti prospettive di aumento dei traffici e di rilancio economico ed occupazionale». Come già avvenuto anche a Porto Nogaro, per tutte le attività di redazione del progetto esecutivo si avvarrà della collaborazione del Consorzio di Bonifica Pianura Friulana. «Il decreto legislativo garantisce ai Porti una governance più veloce, più snella, più semplice e competitiva. L'istituzione dell'Autorità Portuale di Sistema con Trieste e Monfalcone - ha dichiarato oggi la presidente Debora Serracchiani in visita al Porto di Trieste - riconosce l'importanza dell'intera logistica regionale e, a tal proposito, auspico di poter inserire nel sistema anche Porto Nogaro in quanto abbiamo bisogno di tutte e tre le basi portuali per fronteggiare una concorrenza sempre più agguerrita». Sotto il profilo economico, con l'assestamento di bilancio è stata decisa un'integrazione di oltre 2,5 milioni alle risorse già destinate all'escavo del porto di Monfalcone, portando la disponibilità complessiva a più di 16 milioni di euro. Un quadro economico al quale ha contribuito anche la Camera di Commercio di Gorizia.