19 novembre 2017
Aggiornato 04:00
Al via la tredicesima edizione di Gusti di Frontiera

Borghese protagonista, subito migliaia di persone tra i 370 stand

Romoli: “Spazi esauriti, puntiamo sulla qualità”. Zavrtanik Ugrin:”Apriremo il festival anche a Nova Gorica”

Debora Serracchiani, Alessandro borghese, Ana Zavrtanik Ugrin, Ettore Romoli (© Area 12)

GORIZIA - E’ stata inaugurata questa sera giovedì 22 settembre la tredicesima edizione di Gusti di Frontiera, la manifestazione enogastronomica che ogni anno porta a Gorizia tradizioni culinarie e prodotti tipici provenienti da oltre trenta nazioni dei cinque continenti. Ad aprire la kermesse è stato Alessandro Borghese, protagonista di uno showcooking. Sul palco del Salotto del Gusto si sono alternate le autorità e i rappresentanti delle istituzioni che hanno collaborato alla realizzazione di Gusti.

Il sindaco di Gorizia Ettore Romoli ha ringraziato tutti, parlando nel corso dell’inaugurazione, ricordando: «Due anni fa ci siamo trovati davanti a una questione: era impossibile allargare la manifestazione, dal momento che gli spazi in città erano esauriti; allora si è puntato alla qualità delle presentazioni e dei prodotti, unitamente al Salotto del Gusto, con interessanti personalità dell'enogastronomia. Gorizia diventa per quattro giorni una città completamente diversa. Sfruttiamo forme nuove di turismo e partecipazione per farla ripartire dal punto di vista economico».

Anche il vicesindaco di Nova Gorica Ana Zavrtanik Ugrin, ha affermato che l'amministrazione di oltreconfine spera presto di ospitare parte della manifestazione. Entusiasticamente si sono espressi anche il presidente della Camera di Commercio Gianluca Madriz, la Fondazione Carigo, e la presidente regionale Debora Serracchiani, che ha ricordato il piano della Regione in direzione del «rafforzamento del turismo su Gorizia, per la quale si va studiando un piano turistico per la visibilità, unendo la città e il Collio. L'obiettivo è avere una continuità sui 12 mesi».
Un saluto è arrivato anche da Alessandro Borghese, felice di vedere così tanta gente: "la cucina ha fatto strada, fa bene al sistema Italia, fa bene a queste manifestazioni come questa e fa bene alle scuole alberghiere, di nuovo piene». La cucina goriziana sarà protagonista domani, venerdì 23 settembre alle 16 in piazza Sant’Antonio, con due chef di assoluto rilievo: in «Quattro stelle a quattro mani» Giancarlo Perbellini (di «Casa Perbellini" a Verona, due stelle Michelin e tre forchette per la guida del Gambero Rosso nel 2005) ed Emanuele Scarello («Agli Amici» di Godia), reinterpreteranno alcuni piatti della tradizione goriziana, nell’ambito del Salotto del Gusto.

Non solo cibo: alle 17.30 Paola Marella, conduttrice de «I consigli di Paola» su Sky parlerà di «Dal tinello al living: l’evoluzione degli spazi domestici». Agente immobiliare, a partire dal 2007, ha condotto su Real Time "Cerco Casa Disperatamente", "Vendo Casa Disperatamente" «Welcome Style», «Shopping Night Home Edition’. Si tornerà poi tra i fornelli, ancora con le tradizioni e i prodotti della terra isontina come protagonisti: alle 19 lo chef e conduttore Max Mariola («stella» de «I panini li fa Max», programma seguitissimo di Gambero Rosso channel) confezionerà un panino ispirato alle leccornie goriziane.

Supplemento alla testata giornalistica «Diario del FVG» registrata presso il Tribunale di Udine n. 11/2016 del 14/08/2016