23 settembre 2017
Aggiornato 05:30
Un giovedì pieno di star musicali

“Jazz&Wine of Peace Festival” cala il poker musicale

Il programma del 27 ottobre per una giornata all'insegna del migliore jazz internazionale. Tra gli ospiti Emile Parisien, Michele Rabbia e Roberto Negro, oltre che il duo Clemente - Pérez Forte e il progetto "Aziza" con Dave Holland

GORIZIA - Per giovedì 27 ottobre Jazz&Wine of Peace ha messo a punto un programma incredibilmente ricco e vario, nel pomeriggio, alle ore 16.00, presso la bellissima Villa Attems Cernozza de Postcastro(Via Giulio Cesare 36, Lucinico - Gorizia) saranno tre eccezionali musicisti a regalare emozioni: il trio francese-italiano Emile Parisien (sax), Michele Rabbia (batteria) e Roberto Negro (piano) proporrà un concerto basato su un linguaggio lirico e contemporaneo in grado di esaltare le abilità dei tre solisti, apprezzati in tutta Europa. Immancabile, a fine concerto, la degustazione dei vini proposti dai Conti d'Attimis Maniago di Buttrio.

Il duo Clemente - Pérez Forte e il progetto ‘Aziza’ con Dave Holland
Il sax e il clarinetto di Felice Clemente e la chitarra di Javier Pérez Forte saranno i protagonisti dell'appuntamento in programma alle ore 18.00 pressoJermann (località Trussio 11, Frazione di Ruttars – Dolegna del Collio – Gorizia), un'altra sontuosa e storica cantina del nostro Collio. L loro ultimo album, Evolución, ha conquistato il titolo di ‘Disco del Mese’ per ‘Musica Jazz’, unica produzione italiana selezionata dalla prestigiosa rivista. Il jazz di Clemente si fonde così con il carattere folklorico e tanguero di Pérez Forte.
Alle 21.00, presso il Teatro Comunale di Cormòns, salirà quindi sul palco una vera e propria ‘all star band’ composta da alcuni nomi più brillanti della scienza jazz mondiale. Dave Holland (basso), Chris Potter (sax), Lionel Loueke (chitarra) e Eric Harland (batteria) porteranno al Jazz&Wine of Peace il loro Aziza, progetto che si può definire un concentrato di talenti. Il loro jazz moderno e vibrante, dal beat fisicamente ed emotivamente travolgente, si fonda sulla maestria di Dave Holland, bassista che ha scritto un pezzo di storia del jazz, con le sue collaborazioni con Miles Davis, Chick Corea, Stan Getz Herbie Hancock e Thelonious Monk. Accanto a lui Chris Potter, colui che è stato definito la ‘sublimazione’ del sax oggi, e Lionel Loueke, chitarrista del Benin.
Per maggiori informazioni, prenotazioni e per consultare il programma completo di Jazz&Wine of Peace consultare il sito http://controtempo.org/

Il 28 ottobre
Venerdì sarà un'altra giornata clou di Jazz&Wine of Peace: in programma, infatti, ben cinque concerti, tra cui Pericopes + 1 e Gonzalo Rubalcaba, oltra a un'imperdibile passeggiata storica lungo i percorsi storico-architettonici del territorio del Collio.