18 ottobre 2017
Aggiornato 02:00
A Monfalcone

I lavori per il canale di accesso al Porto al via a metà 2017

Lo ha annunciato l'assessore regionale alla Pianificazione e Territorio Mariagrazia Santoro. L'investimento sarà di 16 milioni di euro

Il porto di Monfalcone (© Porto Monfalcone)

MONFALCONE - «La progettazione esecutiva dell'escavo del canale di accesso al Porto di Monfalcone sarà pronta a febbraio dell'anno prossimo; l'opera sarà quindi appaltata nella seconda metà del 2017».
Lo ha annunciato l'assessore regionale alla Pianificazione e Territorio Mariagrazia Santoro prendendo parte, insieme alla collega all'Ambiente Sara Vito, a un incontro sul tema dei dragaggi a Portorosega organizzato dall'International Propeller Club del porto di Monfalcone.

«Siamo di fronte a un tempo certo - ha aggiunto Santoro - e a un appalto da 16 milioni totalmente coperto. Il lavoro che ci attende, che è in capo alla Regione, è importante, molto atteso ed è tecnicamente molto complesso, perché affronta tutta una serie di interferenze, ma non è complicato».
Nella stessa occasione, Santoro, dopo aver rilevato che «il piano regolatore del Porto di Monfalcone non è affatto fermo, ma si avvicina verso un lavoro di sintesi», ha annunciato altri due passaggi attesi dagli operatori di Portorosega: «l'individuazione del soggetto per la manovra ferroviaria unica e l'abbattimento entro aprile 2017 della Casa del fanalista, che ha impedito l'utilizzo della fruizione degli spazi portuali».

«Non dipingo un quadro ottimista ma semplicemente realista», ha concluso Santoro, ricordando che la cornice in cui trovano soluzioni i temi infrastrutturali e urbanistici di Monfalcone risiede nel contesto dell'Autorità portuale di sistema, con Trieste, nella quale l'assessore ha auspicato che possa rientrare anche Porto Nogaro.