20 novembre 2017
Aggiornato 20:00
Politiche sanitarie

Telesca: bilancio positivo sulla sanità a Gorizia

Nuove assunzioni di medici e infermieri e potenziamento dei reparti di chirurgia e neurologia, verso una futura specializzazione della struttura ospedaliera goriziana

Maria Sandra Telesca (© Regione Friuli Venezia Giulia)

GORIZIA -  Il 12 gennaio, a Gorizia, l'assessore regionale alla Salute Maria Sandra Telesca, assieme al direttore generale dell'Azienda per l'assistenza sanitaria (Aas) n. 2 Bassa Friulana-Isontina Giovanni Pilati, ha illustrato le azioni intraprese nella sanità goriziana.
«I numeri, come ad esempio quelli delle assunzioni di nuovi infermieri, parlano chiaro – si legge nel comunicato ufficiale -  la sanità a Gorizia si sta strutturando per offrire risposte funzionali ed efficaci ai cittadini. Non a caso l'ospedale è tornato ad essere attrattivo, con un aumento dei ricoveri di pazienti provenienti da tutta la Regione. In quest'ottica il potenziamento dei reparti di chirurgia e neurologia anticipa quelle che potranno essere le specializzazioni della struttura ospedaliera goriziana. A cominciare dall'assunzione nel corso del 2016 di 122 nuovi infermieri a fronte dei 57 pensionamenti, con una previsione per l'anno corrente di un ulteriore incremento di 130 unità»

La lista dei «plus»
"Ricordo - ha puntualizzato l'assessore - che nelle altre Regioni hanno appena riattivato il turnover del personale mentre in Friuli Venezia Giulia non l'abbiamo mai bloccato".
Ma la lista delle cose fatte non finisce qua. Per quel che riguarda l'ospedale di Gorizia il direttore generale Pilati ha infatti steso un nutrito elenco: l'attivazione della trombolisi per i pazienti affetti da ictus, l'istallazione di una Tac di ultima generazione in sostituzione della precedente che era obsoleta, la realizzazione di un nuovo centro di salute mentale, la nomina del primario di cardiologia e le procedure avviate per l'individuazione di quelli di neurologia, del pronto soccorso e del centro di salute mentale, l'attivazione del pronto soccorso odontoiatrico e del piano di odontoiatria sociale con assunzione di due nuovi medici odontoiatri, l'incremento del personale medico di cardiologia, pneumologia, chirurgia e infine l'avvio delle procedure concorsuali per pediatri a tempo indeterminato che consentiranno di ampliare l'orario di presenza pediatrica ambulatoriale fino alle 20.

Pediatria e assistenza domiciliare
In particolare, soffermandosi su quest'ultimo obiettivo molto sentito dalla popolazione, l'assessore Telesca ha segnalato la difficoltà strutturale di reperire dei pediatri all'interno del mercato del lavoro, analogamente a quanto accade per gli anestesisti e i medici del pronto soccorso.
Sempre in tema di risultati conseguiti, come ha sottolineato il direttore dell'Azienda, c'è anche da registrare l'incremento dell'assistenza domiciliare che nel distretto isontino nel corso del 2015 ha segnato un aumento dei casi seguiti da 780 a 924.

Cure palliative e cardioogia
In prospettiva 2017 l'assessore Telesca ha evidenziato la grande attenzione che sarà riservata alle cure palliative e all'assistenza domiciliare per i malati terminali. Proprio per strutturare al meglio questo servizio è prevista l'assunzione di quattro medici.
Parole di apprezzamento per gli investimenti al reparto di cardiologia sono state espresse dal sindaco di Gorizia Ettore Romoli, il quale ha rimarcato anche la condivisione sulla parte della riforma sanitaria regionale che sgrava gli ospedali di tutta una serie di funzioni che verranno svolte dai servizi territoriali.