26 aprile 2018
Aggiornato 17:00
L'inaugurazione della nuova zona pedonale

Bolzonello, piazza Unitą elemento aggregante a Ronchi

Lo spazio antistante al municipio, con il supporto della Regione, potrebbe coniugare cultura, storia, simboli e memoria, diventare luogo di incontro e aggregazione dove riscoprire identitą e valori e dove svolgere manifestazioni ed iniziative culturali

Bolzonello, piazza Unitą elemento aggregante a Ronchi (© Diario di Gorizia)

RONCHI DEI LEGIONARI - «La piazza è un luogo fondamentale per ogni comunità, un elemento di unità dove si può
disegnare il futuro creando opportunità di incontro e di aggregazione, uno spazio da leggere come possibilità di portare
eventi manifestazioni o semplicemente favorire intrecci di vite perché le modalità con cui le nostre comunità riescono a guardare lontano e ad aiutarsi nasce spesso dal ritrovarsi nelle piazze»
. Lo ha affermato il vicepresidente del Friuli Venezia Giulia, Sergio Bolzonello, inaugurando, assieme al sindaco di Ronchi dei Legionari, Livio Vecchiet, la nuova zona pedonale di piazza Unità del comune isontino.

Lo spazio antistante al municipio, secondo il primo cittadino, intende coniugare cultura, storia, simboli e memoria per
diventare luogo di incontro e aggregazione dove riscoprire identità e valori e dove svolgere manifestazioni ed iniziative
culturali. Su questo punto Vecchiet ha auspicato il supporto della Regione.

«Siamo disponibili a ragionare con l'Amministrazione comunale anche sui percorsi culturali - ha chiarito Bolzonello - per far nascere iniziative importanti che restino sul territorio. Ronchi dei Legionari - ha aggiunto il vicepresidente della Regione - rappresenta un comune significativo del Friuli Venezia Giulia sul quale la Regione già investe e continuerà a sostenere». Bolzonello ha poi voluto porre l'accento sull'importanza di valorizzare il concetto di comunità, «il noi rispetto all'io che ci consente di andare lontano».

Prima del taglio del nastro, Bolzonello ha visitato la piazzetta San Francesco Giuseppe I, l'auditorium e la biblioteca comunale. Anche su questi luoghi il sindaco ha espresso il desiderio di portare degli eventi culturali sull'esempio di Pordenonelegge.
I lavori hanno fatto di piazza Unità, secondo Vecchiet, una piazza unita, collegando la zona pedonale, il municipio e il
monumento dedicato alla Resistenza e hanno portato alla luce un antico pozzo risalente al 1800 che sarà ripristinato. Nei prossimi giorni, saranno avviati i lavori di sostituzione di tutti i corpi illuminanti della piazza con quelli a tecnologia
Led che consentiranno risparmi energetici e maggiore luminosità.

L'inaugurazione, accompagnata dal coro della società filarmonica Giuseppe Verdi, ha visto anche la partecipazione del consigliere regionale Diego Moretti.