Cronaca | Il controllo

Ambiente: intervento di Arpa in centrale A2A di Monfalcone

L'intervento si è reso necessario dopo la segnalazione di una anomala fuoriuscita di fumo dalla parte basale dello stabilimento nel tardo pomeriggio di del 27 gennaio

lo stabilimento A2A di Monfalcone
lo stabilimento A2A di Monfalcone (A2A)

MONFALCONE - L'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente (Arpa) informa d'aver effettuato un accesso allo stabilimento A2A-Energiefuture di Monfalcone. L'intervento si è reso necessario dopo la segnalazione di una anomala fuoriuscita di fumo dalla parte basale dello stabilimento nel tardo pomeriggio di del 27 gennaio.

Nel corso del sopralluogo i tecnici di Arpa hanno verificato l'accaduto e consultato la documentazione fornita dai responsabili dell'impianto. Gli elementi acquisiti fanno ritenere che l'inconveniente sia da attribuire ad un temporaneo innalzamento della pressione nel circuito del vapore del gruppo 1. La sovrappressione ha causato l'apertura delle valvole di sicurezza con la fuoriuscita copiosa di vapore acqueo per circa 5 minuti (tra le ore 18.37 e le 18.42, circa), accompagnato da rumore causato dalla veloce riduzione della pressione.

Visivamente il fenomeno è stato molto accentuato dalla temperatura dell'aria molto bassa, che ha fatto condensare rapidamente il vapore acqueo. Si è creata quindi una nuvola biancastra estesa ma inoffensiva, che si è poi dispersa lentamente.
I tecnici di Arpa hanno acquisito inoltre i dati delle emissioni a camino e hanno ispezionato l'area delle caldaie. Non sono state rilevate ulteriori anomalie. Successivamente all'evento tutti i parametri prestazionali dell'impianto sono rientrati nella norma.