29 maggio 2017
Aggiornato 09:30
sviluppo economico e la tutela dell'ambiente

Vito, Monfalcone sarà un esempio per lo sviluppo sostenibile

Si è conclusa positivamente la riunione convocata dall'assessore regionale all'Ambiente per fare chiarezza sulla vicenda relativa all'ampliamento degli spazi produttivi dell'azienda Adriastrade in zona Lisert

Vito, Monfalcone sarà un esempio per lo sviluppo sostenibile (© Regione Friuli Venezia Giulia)

MONFALCONE - Si è conclusa positivamente la riunione convocata dall'assessore regionale all'Ambiente,
Sara Vito, per fare chiarezza sulla vicenda relativa all'ampliamento degli spazi produttivi dell'azienda Adriastrade,
in zona Lisert nei pressi di Monfalcone (Gorizia). I tecnici delle direzioni Ambiente e Infrastrutture della Regione, i rappresentanti del Consorzio per lo sviluppo industriale (il presidente Enzo Lorenzon e il direttore Giampaolo Fontana) e l'amministratore unico di Adriastrade, Francesco Coletto, hanno infatti superato le incomprensioni sorte dopo che dagli uffici regionali è giunta la comunicazione di archiviazione della pratica di allargamento.

«E' stato spiegato che i motivi erano esclusivamente formali e che in questa fase il grillo non c'entrava nulla», ha riassunto Vito, riferendosi alla notizia, subito smentita, secondo cui la direzione regionale Ambiente avrebbe respinto il progetto per la presenza, in area Lisert, del Grillo Zaunerino.
«Dispiace - ha proseguito Vito - che sia stata trasmessa all'esterno l'immagine distorta dell'operato della Regione. La
vera sfida, invece, alla quale lavoriamo è coniugare lo sviluppo economico e la tutela dell'ambiente. Monfalcone potrebbe diventare un caso d'esempio su questo fronte. E l'impegno che oggi ci siamo presi va proprio in questa direzione»
.

L'incontro si è concluso con l'accordo tra l'Amministrazione regionale e il Consorzio per lo sviluppo industriale del Comune di Monfalcone di confrontarsi in un tavolo tecnico per definire la strategia di sviluppo industriale e di valorizzazione ambientale dell'area in questione.
«L'istanza di Adriastrade è stata correttamente ripresentata e ha ottenuto l'avvio del procedimento di valutazione d'incidenza», ha infine fatto sapere Vito. «L'istruttoria degli uffici è pronta, finalmente, a entrare nel merito del progetto».