18 ottobre 2017
Aggiornato 02:00
fine lavori entro maggio 2017

Vito-Santoro, ok ai dragaggi al Villaggio del Pescatore e Lisert

L'intervento ha visto un impegno di spesa da parte della Regione di 1,2 milioni di euro

GORIZIA - Termineranno quasi un mese prima del previsto, entro maggio di quest'anno, i lavori di dragaggio del
canale di accesso al Villaggio del Pescatore e al comprensorio del canale est-ovest in zona Lisert di Monfalcone.
Lo hanno annunciato gli assessori regionali Sara Vito (Ambiente) e Mariagrazia Santoro (Infrastrutture) nel corso di un sopralluogo al quale hanno partecipato anche il presidente del Consorzio industriale di Monfalcone, Gianpaolo Fontana, e alcuni rappresentanti dei sodalizi sportivi che svolgono attività nell'area dei canali, fra i quali il presidente della Società Nautica Laguna, Alberto Bazzeo.

Come hanno ricordato Vito e Santoro, l'intervento ha visto un impegno di spesa da parte della Regione di 1,2 milioni di euro, a seguito del quale la stessa Amministrazione regionale ha poi delegato il Consorzio industriale alla progettazione e all'esecuzione dei lavori, con l'obiettivo di individuare soluzioni perseguibili sia da un punto di vista ambientale che operativo.

Di gioco di squadra, in particolare, ha parlato Vito, ricordando il ruolo dell'Agenzia regionale per la protezione dell'ambiente (Arpa) che «ha fatto la sua parte per riuscire a superare le complessità legate alla morfologia e all'ecosistema dell'area». «Questa è la dimostrazione - ha affermato l'assessore all'Ambiente - di una pubblica amministrazione che è riuscita a dare concretamente risposte alle marine e alle società sportive su un problema che non veniva risolto da decenni. L'impegno, in un'ottica più generale, è che tutta la laguna riesca a ritornare ad una sua navigabilità, attraverso un lavoro che si fonda sulla collaborazione fra i due assessorati, Infrastrutture da una parte e Ambiente dall'altra, perché la parte autorizzatoria è assolutamente importante per muoversi nella più assoluta correttezza».

Soddisfazione per la velocità dei lavori è stata manifestata anche dall'assessore Santoro, la quale ha tenuto a rimarcare come sia riusciti nella normalità a compiere un'opera che in passato nessuno è stato capace di realizzare.
«Questo è l'esempio - ha sottolineato Santoro - di un'efficace politica di manutenzione del territorio, che si dimostra capace di dare una risposta agli operatori nautici e all'associazionismo sportivo le cui richieste sono rimaste inascoltate per troppo tempo».