29 maggio 2017
Aggiornato 09:30
ora al burlo garofalo di trieste

Ziberna, cancellato a Gorizia anche il laboratorio per spermiogramma

Fino a dicembre scorso l'esame era prenotabile direttamente a Gorizia, come in tutta la regione, tramite il Cup. A partire da gennaio però, il servizio non è più disponibile, in quanto l'unica persona che effettuava questo test e il relativo esame di laboratorio è andato in pensione e non è stato sostituito

Ziberna, cancellato a Gorizia anche il laboratorio per spermiogramma (© Adobe Stock)

GORIZIA - «Dopo aver chiuso il Punto nascita, la Giunta Serracchiani cancella anche la possibilità di poter eseguire lo spermiogramma all'ospedale di Gorizia. Un altro colpo per la natalità isontina e l'ennesima dimostrazione di come
l'amministrazione di centrosinistra ha spolpato la sanità di Gorizia". 
A denunciare il fatto è il vicecapogruppo di Forza Italia in Consiglio regionale Rodolfo Ziberna, che ha presentato un'interrogazione sul tema alla presidente Serracchiani e all'assessore alla Salute Telesca.

«L'esame del liquido seminale, o spermiogramma - rileva Ziberna - è l'indagine di laboratorio fondamentale a cui deve essere sottoposto l'uomo con problemi di fertilità per una diagnosi certa e affidabile. Un esame sempre più richiesto negli ultimi anni visto che, con l'aumento dell'età di procreazione e dell'età in cui ci si sposa, per l'uomo si elevano le possibilità di difficoltà correlate alla stessa e pertanto, a maggior ragione, vi è la necessità di ripristinare il servizio.
Fino a dicembre scorso l'esame era prenotabile direttamente a Gorizia, come in tutta la regione, tramite il Cup. A partire da gennaio però, il servizio non è più disponibile, in quanto l'unica persona che effettuava questo test e il relativo esame di laboratorio è andato in pensione e non è stato sostituito».

«Oltre al danno anche la beffa: a oggi, infatti - prosegue l'esponente di Forza Italia - il Cup telefonico regionale,
interpellato per prenotare lo spermiogramma, non era neppure a conoscenza della cosa e, anzi, invitava i pazienti a rivolgersi al reparto dell'ospedale San Giovanni di Dio a Gorizia»
.
«Ora il punto più vicino al quale possono rivolgersi gli utenti è l'ospedale Burlo Garofalo di Trieste che presenta una lista d'attesa superiore ai 4 mesi, indicando come prima data possibile per l'esame il prossimo luglio. Tale esame, di cui si può comprendere la necessità e urgenza, potrebbe quindi essere effettuato solo con urgenza privatamente presso un laboratorio specializzato che nel suo organico ha anche personale che lavora in extra moenia al Burlo Garofalo».

«Vista l'importanza di questo esame - conclude Ziberna - chiedo alla Giunta regionale quali sono le ragioni che hanno portato alla sua cancellazione a Gorizia: si tratta solo di una cancellazione temporanea o si intende chiudere definitivamente questo ulteriore servizio, ovviamente legato alla natalità del territorio anche dopo la chiusura del Punto nascita?».