23 ottobre 2017
Aggiornato 22:30
Mercoledì 21 giugno

‘Una sera con Maria Teresa’ e poi degustazione di strudel

Nell’anno del trecentesimo anniversario della nascita dell’imperatrice è stata promossa una visita serale a tema, per saperne di più su opere e personaggi a lei legati

‘Una sera con Maria Teresa’ e poi degustazione di strudel (© Fondazione Coronini)

GORIZIA – Una visita culturale corredata da una degustazione di strudel: questo il binomio di ‘Una sera con Maria Teresa’, la passeggiata alla scoperta della grande imperatrice e del suo dolce preferito che la Fondazione Coronini proporrà mercoledì 21 giugno, alle 20.30. Nell’anno del trecentesimo anniversario della nascita di Maria Teresa d’Austria è stata infatti promossa una visita serale a tema, per saperne di più su opere e personaggi a lei legati. Il finale sarà particolarmente dolce, in quanto i visitatori potranno degustare gli strudel preparati dalla pasticceria ‘L’Oca golosa’, abbinati ai vini di Palazzo Coronini. Il numero di posti è limitato, quindi è necessaria la prenotazione scrivendo una mail a info@coronini.it o telefonando allo 0481-533485. I biglietti interi costano 6 euro, quelli ridotti (per bambini e studenti) 4.

Donne allo specchio
Palazzo Coronini al momento ospita la mostra ‘Donne allo specchio’, visitabile da mercoledì a sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18, mentre la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. L’esposizione si propone di seguire il lento mutare dell’immagine e del ruolo della donna in quattro secoli di storia attraverso una quarantina di ritratti, selezionati tra il migliaio di dipinti della collezione di cui dispone la Fondazione Coronini. A rendere particolare la mostra è la doppia fruizione, una tradizionale e una interattiva e multimediale. Le opere esposte nella storica dimora di viale XX Settembre ‘prendono vita’ grazie a un’applicazione per smartphone, tablet e dispositivi mobili, che consentono di sovrapporre alla vista dei dipinti effetti di realtà aumentata con suoni e filmati. La app, realizzata dal Laboratorio di ricerca SASWEB del Centro Polifunzionale di Gorizia dell’Università degli studi di Udine, fruibile grazie al wi-fi attivato nel Palazzo, fornisce informazioni su opere, soggetti raffigurati e gli artisti, con approfondimenti su personaggi, dettagli dell’abbigliamento o altri particolari. Gli audio e i video sono stati realizzati grazie alla collaborazione degli attori di a.Artisti Associati di Gorizia Serena Finatti, Enrico Cavallero e Camilla Tuzzi.

Anime riflesse
All’ingresso delle Scuderie i visitatori sono accolti dall’installazione ‘Anime riflesse’ realizzata dal Liceo Artistico Max Fabiani. Gli studenti della classe di Design della moda che hanno esplorato il soggetto dell'autoritratto progettando un abito, frutto di un'analisi di conoscenza interiore e di rappresentazione di loro stessi, mentre gli studenti delle classi di Pittura hanno elaborato pittoricamente i volti degli autori degli abiti, traendo spunto dalle correnti artistiche delle avanguardie del Novecento. Curata da Cristina Bragaglia Venuti, la mostra è promossa con la partecipazione della Soprintendenza archeologia, Belle Arti e paesaggio e dal Polo Museale del Friuli Venezia Giulia, con la collaborazione dell’Erpac, Servizio Archivi e Musei, Musei Provinciali di Gorizia, dell’Archivio di Stato di Gorizia, del Goriški Muzej di Nova Gorica, del Liceo Artistico Max Fabiani di Gorizia, del Laboratorio di ricerca SASWEB del Centro Polifunzionale di Gorizia dell’Università degli studi di Udine e di A.Artisti Associati di Gorizia. L’esposizione si avvale del sostegno del Lions Club Gorizia Maria Theresia, del contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia e della Regione e del patrocinio del Comune di Gorizia.