24 ottobre 2018
Aggiornato 02:00

Bolzonello: i concerti in Basilica sono una grande vetrina per il Fvg

L'iniziativa, che prenderà il via domenica 2 luglio per concludersi sabato 16 settembre, prevede 12 esibizioni all'interno della basilica pomponiana di Aquileia e in quella di Sant'Eufemia a Grado. Il festival, reso possibile grazie anche al sostegno della Regione, è da diversi lustri uno fra i più importanti tra quelli dedicati alla musica sacra del nord Italia
Bolzonello: i concerti in Basilica sono una grande vetrina per il Fvg
Bolzonello: i concerti in Basilica sono una grande vetrina per il Fvg (Regione Friuli Venezia Giulia)

FVG -  Una straordinaria vetrina per il territorio, grazie a 12 eventi ospitati in due luoghi particolarmente suggestivi e ricchi di storia del Friuli Venezia Giulia. Così il vicepresidente della Regione, Sergio Bolzonello, ha definito l'edizione 2017 del cartellone dei concerti in Basilica ad Aquileia e Grado, presentato il 21 giugno a Udine. La manifestazione musicale è stata illustrata alla presenza del direttore artistico dell'evento, Pierpaolo Gratton, il direttore della società per la conservazione della Basilica di Aquileia, Alberto Bergamin, il sindaco di Aquileia, Gabriele Spanghero, e don Francesco Fragiacomo, responsabile musicale della dell'Arcidiocesi di Gorizia.

L'iniziativa, che prenderà il via domenica 2 luglio per concludersi sabato 16 settembre, prevede 12 esibizioni all'interno della basilica pomponiana di Aquileia e in quella di Sant'Eufemia a Grado. Il festival, reso possibile grazie anche al sostegno della Regione, è da diversi lustri uno fra i più importanti tra quelli dedicati alla musica sacra del nord Italia. Negli anni la rassegna ha acquisito uno spessore e una valenza di prim'ordine con protagonisti i più importanti complessi e solisti italiani e stranieri.

Oltre a valorizzare i due siti e a proporre di opere musicali di grande spessore, tra gli obiettivi che si propone la manifestazione c'è anche quello di attrarre l'attenzione dei visitatori che in questo periodo dell'anno frequentano il litorale del Friuli Venezia Giulia, proponendo loro importanti concerti per completare un'offerta turistica che nei decenni si è fatta sempre più esigente.

Proprio sui due palcoscenici, nonché sulla qualità delle esibizioni, si è soffermato il vicepresidente della Regione nel suo intervento, evidenziando l'altissimo livello degli eventi in programma. "Queste serate - ha detto Bolzonello - rappresentano una vetrina che dà grande visibilità a due centri della nostra regione di grande suggestione e fortemente legati alle radici storiche di questa terra".

Il vicepresidente ha poi evidenziato come un territorio abbia bisogno di mantenere sempre alto il proprio livello culturale anche con iniziative come queste, "poiché è anche così che cresce una comunità, con riflessi positivi in grado di svilupparsi su diverse traiettorie della nostra società".

Il via della rassegna è previsto il 2 luglio ad Aquileia con un concerto offerto dai ragazzi dell'Accademia di musica di Praga; unitamente a diverse forze locali, presenteranno per la prima volta in regione e una delle pochissime in Italia, lo Stabat Mater della compositrice Valentina Shuklina. Questa iniziativa ha ottenuto il patrocinio anche del senato ceco che sarà presente alla manifestazione con una delegazione composta anche dall'ambasciatore presso la Santa Sede.

Tra gli eventi di spicco figura anche il concerto del 18 agosto, sempre ad Aquileia, con la Gustav Mahler Jungend Orchestra di Vienna. Su questo evento Bolzonello ha voluto soffermare l'attenzione ricordando come la serata sia il frutto di una collaborazione instaurata con il teatro Verdi di Pordenone, dove i ragazzi saranno presenti per l'annuale corso residenziale.

"Quando mi è stato chiesto dove ospitare una delle due esibizioni al di fuori del capoluogo del Friuli Occidentale - ha detto il vicepresidente - non ho avuto dubbio nell'indicare Aquileia. È questo infatti il luogo in cui è nata la civiltà regionale e dove è quindi importante ospitare eventi di alto spessore culturale. Se, come speriamo, questa orchestra formata da giovani musicisti continuerà in futuro a scegliere il Friuli Venezia Giulia quale sede della sessione residenziale, faremo in modo che uno dei loro concerti si tenga sempre ad Aquileia".