24 ottobre 2018
Aggiornato 02:00

Gorizia, ai nastri di partenza «Live Musiche di Sconfine»

Da venerdì 23 giugno via ai concerti d'anteprima del festival. In Fvg arriivano i brittanici Vibronics e l'enseble di avant Jazz Philm da Berlino. Ecco tutto quello che c'è da sapere sulla kermesse
Philipp Gropper PHILM a Live Musiche di Sconfine
Philipp Gropper PHILM a Live Musiche di Sconfine (Dovile_Sermokas)

GORIZIA - Anche quest’anno LIVE Musiche di Sconfine, progetto transfrontaliero dell'associazione goriziana Dobialab a favore dell’aggregazione e formazione giovanile in campo musicale, ha a giugno la sua anteprima estiva a cominciare da venerdì 23. Dal 2010 l’associazione si è attivata per portare artisti locali, nazionali e internazionali ad esibirsi nei borghi e non solo nei grandi centri urbani. Grazie al contributo e sostegno dell’Assessorato alle politiche giovanili della Regione Friuli Venezia Giulia tramite GIOVANIFVG, della Fondazione Cassa di Risparmio di Gorizia, del Comune di Staranzano e del Comune di San Canzian d’Isonzo il tour di eventi LIVE Musiche di Sconfine 2017 inizia a giugno con quattro serate. Le prime due saranno ospitate alla Festa della Musica di San Canzian d’Isonzo che come ogni anno vede la prima serata, venerdì 23 giugno, dedicata a gruppi giovanili emergenti, e la seconda, sabato 24 giugno, alla musica dub con ospiti i Vibronics dall’Inghilterra, band ormai storica della scena dub mondiale attiva dal 1995, con le oltre 50 uscite con la propria leggendaria etichetta Scoops e una miriade di album, singoli e remix realizzati per altri come Universal Egg, Jarring Effects, Dubhead e Jah Tubbys . In studio hanno lavorato con stelle del dub e reggae come Zion Train, Iration Steppas, Macka B, Ranking Joe, Brain Damage, High Tone, Big Youth solo per citarne alcuni. I Vibronics continuano a esibirsi senza attraverso Europa Asia, America Centrale e nei Caraibi.

Jazz, sperimentazioni e dintorni
Mercoledì 28 giugno la sede di Dobialab ospiterà invece la band di Philipp Gropper PHILM, un ensemble avant jazz berlinese, evolutasi rapidamente dall’unione dei suoi membri nel 2012, Philipp Gropper, Andreas Lang Oliver Steidle Elias Stemeseder. I Philm usano i temi composti da Gropper in modo da portare il linguaggio jazz al suo limite, pur conservando la struttura e lo stile del quartetto classico.
Nella seconda serata, giovedì 29 giugno, Giovanni Maier coordinerà infine un ensemble di giovani musicisti dal nome Multisono Ensemble collective, che esplora le varie possibilità espressive insite nella libera improvvisazione si spazierà dai diagrammi di flusso (mutuati dalla scienza informatica) alle storyboard del cinema, alle partiture grafiche di bussottiana memoria fino arrivare a pagine musicali dove l’interpretazione estemporanea è rivolta ad aspetti più mistici, traendo ispirazione dallo Stockhausen di Aus Den Sieben Tagen.
A seguire e chiudere questo primo assaggio di LIVE Musiche di Sconfine si esibirà la formazione italo-slovena Alchemical Playgrounds, un gruppo transfrontaliero in cui si affianca l'esperienza di leggende della musica creativa regionale come Flavio Brumat e Mimo Cogliandro alla freschezza di due dei più interessanti giovani musicisti sloveni, Marko Lasič e Matja¸ Bajc.
LIVE proseguirà da settembre e più precisamente dal 14 al 16, per lo Smartno Brda Contemporary Music Festival, regno incontrastato della musica creativa.