15 dicembre 2017
Aggiornato 11:00
giovedì 6 luglio alle 21

Ritorna a Gorizia “Musica cortese. Festival internazionale di Musica antica nei Centri storici del Friuli Venezia Giulia”

Protagonista del concerto sarà il 'Lucidarium Ensemble' con un repertorio dal titolo 'Calli, campi e scole: a spasso nella Venezia di Shylock', un originale scenario sonoro fra XVI e XVII secolo. Ingresso libero fino a esaurimento posti

Ritorna a Gorizia “Musica cortese". Protagonista del concerto sarà il 'Lucidarium Ensemble' (© Lucidarium Ensemble)

GORIZIA - Ritorna a Gorizia, nella Sinagoga di via Ascoli, giovedì 6 luglio alle 21 il viaggio di 'Musica cortese - Festival internazionale di Musica antica nei Centri storici del Friuli Venezia Giulia' organizzato dal Dramsam - Centro giuliano di musica antica con il sostegno di Regione Friuli Venezia Giulia e Fondazione Carigo, del comune e il patrocinio del Mibact- Bsi. Protagonista del concerto sarà il 'Lucidarium Ensemble' con un repertorio dal titolo 'Calli, campi e scole: a spasso nella Venezia di Shylock'.

Un originale scenario sonoro
Un programma che evocherà le immagini e i suoni di un giorno qualunque nella vita di Shylock, usuraio ebreo veneziano, tra i protagonisti della commedia 'Il mercante di Venezia' di William Shakespeare.
Nel tempio goriziano risuoneranno le melodie del mondo colorato della Serenissima rinascimentale, crogiolo di culture e ricchezze, calamita per l’immigrazione di genti. Qui gli ebrei giunsero agli inizi del secolo XI e divennero un nucleo considerevole, tanto che il governo della Repubblica avvertì il bisogno di organizzare la loro presenza in città. Che cosa avrebbe ascoltato Shylock camminando per le strade del ghetto? Un vivace mix di canzoni tipiche in italiano, yiddish, ebraico e spagnolo, intrecciate con le melodie sacre e profane della tradizione locale. Questo originale scenario sonoro fra XVI e XVII secolo sarà proposto dal concerto dall’ensemble Lucidarium.

L’appuntamento, in collaborazione con l'associazione 'Amici di Israele', sarà a ingresso libero fino all'esaurimento dei posti disponibili.