16 dicembre 2017
Aggiornato 23:30
salute

Telesca, Aas2 Bassa Friulana-Isontina è un esempio di efficienza

I finanziamenti alle aziende sono stabiliti sulla base dei costi standard, ovvero sull'effettiva erogazione di servizi. L'Azienda 2 è stata in grado di riportare il bilancio in equilibrio negli ultimi due anni, rendendo efficaci gli sforzi di integrazione tra le due ex aziende in cui era suddiviso il territorio

L'Aas2 Bassa Friulana-Isontina è un esempio di efficienza (© ziberna.it)

GORIZIA - L'assessore regionale alla Salute, Maria Sandra Telesca, ha incontrato presidente e vicepresidente della Conferenza dei sindaci dell'Azienda per l'assistenza sanitaria 2 Bassa Friulana-Isontina, Francesco Martines e Anna Maria Cisint, oltre a presidente e vicepresidente della Rappresentanza ristretta, Silvana Romano e Daniele Galizio, i quali hanno ribadito l'esigenza di prevedere ulteriori risorse a sostegno del bilancio aziendale, in particolare per i servizi territoriali, per l'infermiere di comunità e per gli investimenti in tecnologia finalizzati alla specializzazione dei singoli nosocomi.

 

«Oggi - ha evidenziato Telesca - i finanziamenti alle aziende sono stabiliti sulla base dei costi standard, ovvero sull'effettiva erogazione di servizi».«L'Azienda 2 - ha proseguito Telesca - è stata in grado di riportare il bilancio in equilibrio negli ultimi due anni, rendendo efficaci gli sforzi di integrazione tra le due ex aziende in cui era suddiviso il territorio».«Nei finanziamenti futuri - ha confermato Telesca - terremo conto della solidità di questa gestione e dell'attivazione delle nuove funzioni, soprattutto in ambito riabilitativo».L'assessore ha chiesto ai quattro sindaci «uno sforzo comune per collaborare con l'Azienda sanitaria e la Regione alla riorganizzazione dei servizi ospedalieri per garantire alle quattro sedi di lavorare con efficienza, migliorando la qualità dei servizi».

I rappresentati territoriali hanno confermato quanto già scritto in un documento indirizzato alla presidente della Regione, Debora Serracchiani, e alla stessa Telesca, in cui chiedono di procedere ad una accentuata specializzazione delle quattro sedi ospedaliere (Gorizia, Latisana, Monfalcone e Palmanova) attraverso un veloce processo di aggiornamento tecnologico delle stesse.