19 ottobre 2017
Aggiornato 16:30
salute

Telesca, nessuna riduzione alla prevenzione oncologica

L'assessore regionale alla salute concorda con il primo cittadino goriziano sul fatto che la prevenzione, anche in campo oncologico, rappresenti un irrinunciabile caposaldo della medicina contemporanea, tanto da negare la notizia di indebolimenti di funzioni così importanti

Telesca, nessuna riduzione alla prevenzione oncologica (© Regione Friuli Venezia Giulia)

GORIZIA - «Penso che la dichiarazione del neosindaco di Gorizia che ipotizza fantomatiche riduzioni della prevenzione oncologica - afferma in una nota l'assessore regionale alla Salute, Maria Sandra Telesca - abbia solo finalità giornalistiche visto che è uscita il giorno seguente all'incontro che ho avuto, proprio a Gorizia, con i sindaci dell'area Basso Friulana-Isontina alla presenza del direttore generale dell'Azienda per l'assistenza Sanitaria 2, Giovanni Pilati».

 

«L'incontro - aggiunge Telesca - era stato richiesto dai rappresentanti dei Comuni ma per il capoluogo isontino, in vece del sindaco, era presente un assessore».
«Sono comunque contenta - evidenzia Telesca - che i sindaci abbiano ribadito quanto già scritto in un documento indirizzato alla presidente della Regione, Debora Serracchiani, e a me, in cui chiedono di procedere ad una accentuata specializzazione delle quattro sedi ospedaliere (Gorizia, Latisana, Monfalcone e Palmanova) attraverso un veloce processo di aggiornamento tecnologico delle stesse».
«Concordiamo senz'altro con il primo cittadino goriziano - chiosa Telesca - sul fatto che la prevenzione, anche in campo oncologico, rappresenti un irrinunciabile caposaldo della medicina contemporanea, tanto che - conclude l'assessore regionale alla Salute - non corrisponde al vero la notizia di indebolimenti di funzioni così importanti».