16 agosto 2017
Aggiornato 23:00
questione accoglienza

Migranti: 70 profughi dormono davanti alla Prefettura di Gorizia

Dopo l'ordinanza 'anti-bivacchi' nei parchi cittadini un gruppo di afghani e pakistani ha messo in atto una protesta silenziosa

Migranti: 70 profughi dormono davanti alla Prefettura di Gorizia (© ANSA)

GORIZIA - Una settantina di migranti ha dormito la notte di lunedì 31 luglio di fronte alla prefettura di Gorizia. L'iniziativa, una protesta silenziosa, è l' effetto dell' ordinanza 'anti-bivacchi' firmata la scorsa settimana dal sindaco di centrodestra Rodolfo Ziberna per arginare il fenomeno dei richiedenti asilo fuori convenzione che stazionano nei parchi cittadini. Con la 'sanificazione' dell'area verde della Valletta del Corno, lunedì 31 luglio in mattinata è diventata operativa la 'fase 2' del provvedimento. L'operazione ha effettivamente allontanato dal parco i migranti in attesa dell'incontro con la commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale, ma agli stranieri - in prevalenza afghani e pakistani - non è rimasta altra soluzione che spostarsi in un'altra zona della città. I richiedenti asilo fuori convenzione si sono rifugiati sulle sponde del fiume Isonzo. In serata, non potendo rientrare al parco della Valletta del Corno si sono accampati di fronte alla Prefettura.