18 agosto 2017
Aggiornato 05:00
Festival e concerti

A Grado il «Canto Libero» di Mogol e Battisti

Appuntamento da non perdere martedì 8 agosto, sul palco del Parco delle Rose un grande concerto per la rassegna «Musica a 4 Stelle 2017». In scena insieme alla grande band anche Mogol in persona

A Grado il «Canto Libero» di Mogol e Battisti (© Dean Zobec)

GRADO - Un vero e proprio evento musicale quello in programma per martedì 8 agosto a Grado. Sarà di scena lo spettacolo «Canto Libero» che, dopo l’esordio avvenuto proprio a Grado due anni or sono sta riempiendo i teatri e le piazze di tutta Italia presentando le canzoni di Lucio Battisti, soprattutto quelle dell’epoca d’oro in cui, con Giulio Rapetti in arte «Mogol» mietevano successi che ormai appartengono al nostro comune sentire. La novità sarà proprio la partecipazione di Mogol che dal palco «incollerà» le varie canzoni che la band triestina con il frontman Fabio Red Rosso interpreterà con il solito stile travolgente. «Nella musica non ci si può improvvisare - spiega Giorgio Tortora, direttore artistico di «Musica a 4 Stelle», la fortunata rassegna musicale che si svolge ormai da trentatre anni a Grado lungo l’intero arco dell’estate - ma, in un mondo dove il buon nome vale ancora qualcosa, le mie collaborazioni private con importanti musicisti mi hanno permesso di portare a Grado niente di meno di colui che è considerato il più grande poeta musicale degli ultimi cinquant’anni, ovvero Mogol, che proprio recentemente ha avuto il permesso di cambiare ufficialmente il cognome da Rapetti a Mogol».

L'evento
Durante la serata riecheggeranno le canzoni più celebri di Battisti, da Emozioni a Motocicletta per finire a quella Canzone del Sole, colonna sonora di intere generazioni. La band è reduce da una lunga tournèe nei principali teatri italiani dove ha registrato i ogni serata il classico sold out; ciò frutto di una preparazione musicale ad altissimo livello ed di una incredibile energia che farà ballare di certo ogni spettatore anche per la data gradese. Anche la location prescelta è significativa in quanto presso il Parco delle Rose si esibivano negli anni’70 i più prestigiosi artisti internazionali e quindi l’intento è quello di far rivivere proprio quelle emozioni forse oggi dimenticate. L’ingresso sarà libero grazie al determinante contributo del Comune di Grado che - dopo il Perpetum Jazzile – regalerà ai propri ospiti un’altra perla. Gli Assessorati alla Cultura e al Turismo hanno fatto squadra per questa manifestazione, ma un ringraziamento va anche alla Regione FVG e alla Fondazione Carigo che l’anno altrettanto sostenuta. L’ organizzazione comunica infine che inderogabilmente i posti a sedere saranno 504 oltre a 180 in piedi, ciò in seguito ai dolorosi fatti di Torino che hanno comportato recentemente nuove norme molto severe in tema di sicurezza, tuttavia l’ampiezza del Parco delle Rose consentirà a tutti di gustarsi questo spettacolo. Orario d’inizio 21.