17 agosto 2017
Aggiornato 05:30
situazione sul personale infermieristico

Pronto soccorso sotto organico, Ussai: “Monta la preoccupazione per una situazione fuori controllo”

Cresce la preoccupazione dopo l’ennesima denuncia lanciata dal sindacato delle professioni infermieristiche che continua a segnalare quanto sta accadendo sia nel Pronto soccorso di Gorizia che in quello di Monfalcone, dove decine di infermieri sono stati spostati ad altre strutture o sono assenti per malattia e maternità e non sono stati ancora sostituiti da nuovo personale

Pronto soccorso sotto organico, Ussai: “Monta la preoccupazione per una situazione fuori controllo” (© Adobe Stock)

GORIZIA - «Cresce la nostra preoccupazione dopo l’ennesima denuncia lanciata dal NurSind. Il sindacato delle professioni infermieristiche continua infatti a segnalare quanto sta accadendo sia nel Pronto soccorso di Gorizia che in quello di Monfalcone, dove decine di infermieri sono stati spostati ad altre strutture o sono assenti per malattia e maternità e non sono stati ancora sostituiti da nuovo personale. Una situazione che ricade sulla qualità dei servizi offerti ai cittadini che si presentano al Pronto soccorso ma anche sul personale infermieristico che opera continuamente sotto stress. È assolutamente sconcertante questo modello organizzativo portato avanti dall’Azienda per l’Assistenza Sanitaria n.2 Bassa Friulana-Isontina che riduce all’osso il personale probabilmente solo per raggiungere gli obiettivi di bilancio». Il consigliere regionale del MoVimento 5 Stelle Andrea Ussai esprime solidarietà nei confronti degli infermieri e del personale sanitario di Gorizia e Monfalcone costretti ad operare in condizioni ogni giorno più difficili.

«Con una interrogazione alla giunta Serracchiani, già nel giugno del 2016 avevamo sollevato la questione - ricorda il pentastellato -. All’epoca l’assessore Telesca aveva promesso nuove assegnazioni. I fatti dimostrano che la situazione sta letteralmente precipitando e che la riforma voluta dalla giunta Serracchiani fa acqua da tutte le parti. L'esecutivo regionale - conclude Ussai - deve intervenire subito per potenziare gli organici sia a Gorizia che a Monfalcone».