18 novembre 2017
Aggiornato 07:00
l'evento

Grado in bloom, si avvicina l'assegnazione del titolo mondiale alla città più sostenibile

Partirà nei prossimi giorni da Grado verso Ottawa una delegazione comunale per l’assegnazione del titolo mondiale alla città più "sostenibile". La proclamazione dei vincitori del challenge mondiale “Communities in bloom” 2017, avverrà nella capitale con la cerimonia prevista per la serata di sabato 16 settembre

Communities in bloom (© Communities in bloom)

GRADO - Partirà nei prossimi giorni da Grado verso Ottawa una delegazione comunale per l’assegnazione del titolo mondiale alla città più "sostenibile». La proclamazione dei vincitori del challenge mondiale «Communities in bloom» 2017, avverrà nella capitale Ottawa con la cerimonia prevista per la serata di sabato 16 settembre, al termine di una tre giorni di incontri tecnici e scambio di informazioni tra le delegazioni partecipanti e provenienti da tutto il mondo e con visite guidate ai più bei parchi e giardini di Ottawa e dintorni. Per la delegazione gradese, composta dall’assessore ai Verde Pubblico Fabio Fabris, dal dirigente dell'Area Tecnica Andrea de Walderstein e dal responsabile del Servizio Manutenzioni e Verde Pubblico Emiliano Facchinetti – sarà l'occasione quindi anche per portare a casa importanti spunti anche per lo sviluppo di Grado e del suo ambiente naturale e antropico.

L'impegno dei cittadini
Oltre un centinaio di cittadini, volontari e operatori sono stati impegnati in questi mesi a Grado per la messa a dimora di 20.000 fiori, la realizzazione di oltre 70 aiuole e la sfalciatura di 200mila metri quadrati di prati grazie all'impegno di oltre 70 operai e giardinieri comunali per mantenere pulite strade, marciapiedi, aree verdi, e specchi acquei, in una città che in estate raggiunge le 80.000 presenze di pernottamenti, più i visitatori giornalieri. Questa è stata la vera sfida: mantenere pulita, ordinata e accogliente la città in un periodo in cui è "sotto pressione" per la notevole presenza di turisti. Grande anche il coinvolgimento delle associazioni e gruppi di cittadini che hanno collaborato nella realizzazione e cura delle aiuole e che hanno fatto sentire il calore della città durante la visita delle due giudici del concorso «Communities in bloom» all’inizio del mese di luglio. Indipendentemente dal risultato che otterrà Grado a Ottawa, il challenge mondiale è stato una grande occasione per promuovere la città e il suo paesaggio e creare coscienza comune e occasioni di socialità attorno a questo patrimonio unico. 

I premi
Intanto oggi a Grado sono stati proclamati i vincitori del concorso 'balconi fioriti' 2017, al quale hanno partecipato circa 50 tra privati e attività economiche suddivisi in 4 categorie. Per le piccole e grandi attività economiche vincono "Al Canevon" e la trattoria «Alla buona Vite». Assegnati anche i premi alle abitazioni private: per i giardini vince Silvano Boemo, per i balconi Paola Zanutto e una menzione speciale per la cura del balcone e del giardino va a Maria Maddalena Corbatto. Assegnati anche 6 premi speciali all’associazione Nazionale Marinai d'Italia, al gruppo «M.O.V.M. Amm. Luigi Rizzo», all’associazione 'Radise de Mar', al gruppo 'Amiche dello Squero', al Santuario di Barbana, alla Scuola dell'infanzia Luigi Rizzo, alla Società Canottieri Ausonia, all’Università della Terza Età Città di Grado e alla Coldiretti. 

Al challenge mondiale delle ‘Comunità in fiore’ Grado è arrivata grazie al terzo titolo nazionale di Comune Fiorito, conseguito nel 2016 e promosso da Asproflor, rivolto ai comuni più virtuosi nella cura del verde pubblico e nel coinvolgimento della popolazione, perché «fiorire è accogliere». Nel 2011 il Comune di Grado ha ottenuto la medaglia d’oro del concorso europeo Entente Florale Europe. 

L’«International Challenge Communities in Bloom» è istituita da Britain in Bloom, Tidy Towns of Ireland e Villes et Villages Fleuris de France in sinergia con Asproflor per l’Italia. La prima edizione del concorso si è svolta nel 1995, oggi la selezione include centinaia di municipalità canadesi, statunitensi, asiatiche ed europee. La candidatura alla selezione finale del concorso è di per sé motivo di orgoglio, per la città diGrado, perché dimostra la conformità ai parametri previsti per l’assegnazione del titolo. Oltre 115 chilometri quadrati di estensione, 45 dei quali di terre emerse e 70,5 di laguna, 12 km di spiaggia turisticamente fruibili, Grado ha una popolazione di circa 8mila abitanti d’inverno che nei mesi estivi tocca in media le 35mila presenze. Forte di 29 bandiere blu - 28 consecutive – e dal 2009 della Bandiera Verde che attesta una spiaggia a misura di bambino, conta su venti ettari di aree verdi e su oltre 55 chilometri di piste ciclabili, fra le quali l’eccellenzaGrado - Belvedere di 4 km che è parte della Ciclovia Alpe Adria, la ciclabile europea Grado – Salisburgo. La sua laguna è area protetta in quanto «Sito della Rete Natura 2000» e zona Speciale di Conservazione per la protezione di habitat e specie animali e vegetali significative a livello europeo.