24 novembre 2017
Aggiornato 01:00
da giovedì 21 a domenica 24 settembre

Gusti di Frontiera: Vissani, Raznovich, Pizzul, Paolini e Scarello insieme alla Masterchef Klugmann nel Salotto del gusto

Da giovedì 21 a sabato 23 si susseguiranno momenti di incontro, ospiti e chef di fama nazionale e internazionale, opinion leader e professionisti che tengono alta la bandiera del saper produrre, del saper cucinare e del saper degustare il meglio dell’enogastronomia moderna, sempre nel rispetto delle tradizioni locali

Gusti di Frontiera: Vissani, Raznovich, Pizzul, Paolini e Scarello insieme alla Masterchef Klugmann nel Salotto del gusto (© Gusti di Frontiera)

GORIZIA - Leccornie e specialità da 44 nazioni del mondo, ma anche incontri con i protagonisti assoluti dell’universo culinario ed enogastronomico, stelle del firmamento televisivo e chef che le stelle le possono vantare. La 14esima edizione di Gusti di Frontiera sarà arricchita dal fitto calendario di eventi del Salotto del Gusto, il contenitore culturale preparato su incarico del Comune di Gorizia da Udine&Gorizia fiere. L’elegante piazza Sant’Antonio farà da cornice a presentazioni, dibattiti e conferenze dedicati al mondo del cibo, al lifestyle e al buon bere. Non mancherà ovviamente la consegna del prestigioso premio 'Gusti di Frontiera 2017', riservato a chi con il proprio lavoro e la propria passione sa valorizzare la cultura enogastronomica e i prodotti locali.

Enogastronomia, cultura e tradizioni
«Gusti di frontiera non è solo una manifestazione enogastronomica, è anche cultura. Il cibo, le tradizioni a esso legate, le peculiarità culinarie di una terra sono di per sé cultura», ha rimarcato il sindaco, Rodolfo Ziberna in occasione della presentazione del Salotto del gusto. Lo spirito delle iniziative che si susseguiranno in piazza Sant’Antonio da giovedì 21 a sabato 23, quindi la volontà di approfondire le varie tematiche e le sfaccettature della cultura del cibo, è stato ricordato dal presidente di Udine&Gorizia Fiere, Luciano Snidar, e dal direttore Maurizio Tripani. L’assessore comunale ai Grandi eventi, Arianna Bellan, ha fatto presente che Gusti di frontiera sta raccogliendo le energie positive del territorio. Lo attesta anche quello che sarà l’antefatto della kermesse, ovvero il Concorso 'Wine tasting - Sorsi solidali' con la consegna del 'Tassello d'Oro 2017' alle 18.30 di mercoledì 20 nella Sala Bianca del Comune di Gorizia. Alla conferenza stampa hanno partecipato tra gli altri anche il presidente e il direttore di Iris Acqua, rispettivamente Giambattista Graziani e Paolo Lanari, e in rappresentanza di Coop Alleanza 3.0 Alessandro Meneguzzi.

Il programma del Salotto del Gusto
Da giovedì 21 a sabato 23 si susseguiranno quindi momenti di incontro, ospiti e chef di fama nazionale e internazionale, opinion leader e professionisti che tengono alta la bandiera del saper produrre, del saper cucinare e del saper degustare il meglio dell’enogastronomia moderna, sempre nel rispetto delle tradizioni locali. Sarà Antonia Klugmann l’ospite d’onore del talk show inaugurale di Gusti di frontiera giovedì 21, dopo gli interventi inaugurali delle autorità che avranno inizio alle 16.45 e il taglio del nastro. La chef del Ristorante 'L’Argine' di Vencò, una stella Michelin, e giudice della settima edizione di Masterchef Sky TV, dialogherà con il Gastronauta Davide Paolini, giornalista di Radio 24 e Sole 24 Ore, che condurrà anche gli altri eventi del Salotto del Gusto. Venerdì 22 alle 17 il Talk show 'Gorizia: Cibi, Vini, Confini' sarà l’occasione per la presentazione del Ricettario Mitteleuropeo di Suor Antonija – Orsolina. Interverranno Carlo del Torre, curatore del 'Ricettario Mitteleuropeo', Michela Fabbro, chef del Ristorante 'Rosenbar' di Gorizia e Presidente dell’associazione 'Gorizia A Tavola', Adriano Ossola, Direttore del Festival 'E’ Storia' e Michele Paiano, sommelier, delegato AIS Gorizia. A seguire, i ristoratori goriziani di 'Gorizia A Tavola' presenterano alcuni piatti del Ricettario Mitteleuropeo di Suor Antonija abbinati ai vini del territorio. 'Una voce unica racconta una vita nel mondo con la propria terra nel cuore' è il titolo del talk show che avrà invece per protagonista alle 18 il giornalista Bruno Pizzul. Sabato 23, alle 17, saranno protagonisti di 'Overcooking. Dalla cucina-spettacolo al crepuscolo degli chef?' Davide Paolini, autore del libro 'Il crepuscolo degli chef' ed Emanuele Scarello, chef del Ristorante 'Agli Amici' di Godia, due stelle Michelin. Gli interventi saranno moderati da Camila Raznovich, conduttrice dei programmi tv 'Kilimangiaro' e radio 'RadiodueComeVoi'. Alle 18 sarà consegnato il premio 'Gusti di frontiera 2017', riconoscimento annuale attribuito dal Comune di Gorizia a personaggi ed esperti del mondo enogastronomico nazionale ed internazionale. Seguirà alle 18.15 il talk show 'Adesso parlo io, il Che Guevara della cucina italiana', incontro con Gianfranco Vissani, chef del Ristorante 'Casa Vissani' di Baschi, due stelle Michelin.

Il sito internet
www.gustidifrontiera.it è l’indirizzo a cui è raggiungibile il sito internet dedicato alla kermesse enogastronomica. Uno strumento utile per accedere facilmente a tutte le informazioni pratiche riguardanti la manifestazione: dalle comunicazioni sulla logistica (orari dei treni, posizione dei parcheggi, bus navetta, ecc.) agli appuntamenti del Salotto del Gusto, dalla mappa della festa con le indicazioni di Borghi e punti di interesse agli eventi collaterali. Il sito, realizzato da Infofactory, si propone di informare e aggiornare chi intende godersi pienamente il viaggio nel gusto, infatti permette di scaricare le mappe ufficiali con la posizione degli stand, di vedere le photogallery con gli scatti dell’edizione 2017 e di quelle passate, in pratica di essere aggiornati su tutto ciò che accade a Gusti.

Gli sponsor
Gusti di frontiera anche quest’anno gode del sostegno di Regione, Fondazione Carigo e Camera di commercio della Venezia Giulia. Inoltre, per la prima volta, la manifestazione può contare sull’appoggio di sponsor privati, ovvero di Coop Alleanza 3.0 e di Italpol, realtà che hanno deciso di abbinare il proprio nome a quello della kermesse enogastronomica più grande del Triveneto, capace lo scorso anno di attirare oltre 700 mila visitatori. In occasione di Gusti di frontiera, il negozio recentemente aperto da Coop Allenza 3.0 in via Boccaccio a Gorizia seguirà un orario prolungato: da giovedì 21 a sabato 23 fino alle 21.30, domenica 24 fino alle 19. Anche IrisAcqua ha voluto dare il proprio apporto a Gusti di frontiera: si chiama 'Acquabuona. Acqua di spina' il progetto che il gestore del servizio idrico dell’Isontino ha appositamente ideato per promuovere la qualità dell’acqua pubblica. IrisAcqua offrirà un servizio potenziato di erogazione dell’acqua, installando in due punti nevralgici del centro (con grande probabilità Piazza Vittoria e Piazza Sant’Antonio) degli erogatori per permettere ai visitatori di avere l’acqua a portata di mano in qualsiasi momento. Inoltre durante la manifestazione saranno distribuiti da hostess dei gadget dedicati al progetto, ovvero tasche porta bicchieri.

La Piazza del Gusto
Le piazze Sant’Antonio e Cavour diventeranno per quattro giorni la Piazza del Gusto, punto di riferimento per eccellenze della nostra regione e non solo. Piazza Sant’Antonio resta la confermatissima cornice per incontrare e vedere all’opera chef stellati e personaggi della scena televisiva, nella coinvolgente carrellata di appuntamenti e presentazioni del Salotto del Gusto. Insieme alla vicina piazza Cavour inoltre accoglierà alcune 'perle', ovvero prestigiosi ristoratori del Friuli Venezia Giulia e d’oltreconfine che prepareranno i loro cavalli di battaglia in un’ambientazione elegante e accogliente. Si potrà quindi spaziare da prodotti tipici a chilometri zero, come la trota e il prosciutto di San Daniele con i vini del Collio a specialità della cucina bosniaca. Per chi predilige il pesce, ci sarà dell’irresistibile street food, come il cono di mantecato e la frittura di calamari, o piatti della tradizione culinaria gradese, come i gamberoni in foglia di pancetta alla piastra e le sarde in savor e arancia. E ancora porcina e wurstel, jota e vari tipi di minestre. Per accompagnare le varie leccornie, si avrà un’ampia scelta di birre e vini.