18 ottobre 2017
Aggiornato 02:00
identità culturale

ARLeF a Gusti di Frontiera: anche la lingua friulana tra stand e visitatori

Comune di Gorizia e Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane, durante la manifestazione, organizzano attività e momenti di incontro per valorizzare – accanto alle tante eccellenze enogastronomiche – anche i tratti multiculturali e plurilingui del territorio

ARLeF a Gusti di Frontiera: anche la lingua friulana tra stand e visitatori (© Gusti di Frontiera)

GORIZIA - La collaborazione dell’Agjenzie Regjonâl pe Lenghe Furlane con il Comune di Gorizia continua anche in occasione dell’edizione 2017 della popolare manifestazione enogastronomica 'Gusti di Frontiera'.

 

Un'occasione di promozione
«Il turismo costituisce sempre più un settore strategico dello sviluppo economico e sociale del nostro territorio e Gusti di Frontiera è senz’altro una delle manifestazioni più importanti per promuovere le specialità enogastronomiche della regione e dei territori contermini e non solo – afferma il presidente dell’ARLeF, Lorenzo Fabbro -; la valorizzazione delle nostre lingue, a partire da quella friulana, è senz’altro utile e positiva anche in occasioni come queste per farci conoscere e 'riconoscere' come territorio speciale ed attrattivo, e può diventare un vero e proprio marchio che racchiude valori come ambiente e produzioni di pregio, le genti, l’ospitalità, la storia e la cultura della nostra regione».

Lo stand alla kermesse
Sabato 23 e domenica 24 settembre, l’ARLeF sarà presente in piazza Sant’Antonio con un proprio stand dove saranno disponibili materiali informativi in friulano, gadget e materiali ludico-didattici gratuiti per bambini. Inoltre, domenica 24 settembre, l’Agenzia ha organizzato un momento di riflessione e dibattito in lingua friulana sul tema: 'Friûl-eat: mastiâ il furlan', con Filippo Bier, referente dei Presìdi Slow Food del FVG; Alfio Lovisa, dell’azienda agricola La Ganga di San Giorgio della Richinvelda e Massimo Morettuzzo, referente del progetto 'Pan e farine dal Friûl di Mieç'. L’incontro, moderato dal giornalista Adriano Del Fabro, avrà luogo presso la Sala Incontri dello stand Ersa, presso la Casa Sticsa - ex Ferramenta Crainer - in Via Rastello 43. Avrà inizio alle 17. L’ingresso è libero e gratuito.