25 giugno 2018
Aggiornato 10:00
Cronaca | il 1 ottobre

“Dove passano i nuovi Barbari”, l'iniziativa di sensibilizzazione sociale a Monfalcone

Più di una ventina di volontari dell’associazione Fare Verde Gruppo 'P.Colli' di Monfalcone, in collaborazione con l’Associazione per Marina Julia, l’associazione Calì, il patrocinio del Comune di Monfalcone ed il supporto della Isa – Isontina Ambiente, hanno raccolto diversi rifiuti

“Dove passano i nuovi Barbari”, l'iniziativa di sensibilizzazione sociale a Monfalcone (© Fare Verde Gruppo 'P.Colli' Monfalcone)

MONFALCONE - Si è svolta a Monfalcone il 1 ottobre, in località Marina Julia, presso il litorale tra Marina Julia e Marina Nova compreso il sotto bosco, la 2° edizione 2017 dell’iniziativa di sensibilizzazione sociale 'Dove passano i nuovi Barbari' nell’ambito dell’omonima iniziativa nazionale di Fare Verde. Più di una ventina di volontari dell’associazione Fare Verde Gruppo 'P.Colli' di Monfalcone, in collaborazione con l’Associazione per Marina Julia, l’associazione Calì, il patrocinio del Comune di Monfalcone ed il supporto della Isa – Isontina Ambiente, hanno raccolto 4 sacchi di rifiuto indifferenziato, 9 di plastica e metalli ed 1 sacco di vetro, 1 casco di protezione per operaio, 1 lamiera di ferro e un numero elevato di cotton fioc in plastica (sebbene da 15 anni siano in materiale biodegradabili).

Perchè Barbari?
Mentre i barbari di un tempo distruggevano i costumi e la civiltà che l’Impero Romano aveva costruito in secoli di storia, i 'novelli Barbari' sporcano ed inquinano il territorio circostante alla propria città, sebbene con il sistema di raccolta 'porta a porta' i rifiuti, compresi vecchi elettrodomestici e mobili, vengano gratuitamente prelevati vicino alla porta della propria abitazione. All’iniziativa sono intervenuti il Presidente Nazionale di Fare Verde onlus, avv. Francesco Greco, e l’assessore all’ambiente di Monfalcone, Paolo Venni.

Tutela per il territorio
Con questa manifestazione i volontari di Fare Verde vogliono richiamare l’attenzione dei cittadini di Monfalcone sulla necessità di tutelare il proprio Territorio, la Natura, da parte di tutti con un’attenta Raccolta Differenziata dei rifiuti, vera e propria rivoluzione culturale. Rivoluzione che può lasciare un futuro verde alle future generazioni, con una forte ribellione di civiltà contro i barbari che, ottusamente, continuano ad avere comportamenti lesivi della millenaria Cultura e Storia della Venezia Giulia.