25 giugno 2018
Aggiornato 10:00
Cronaca | ambiente, natura e territorio

Dopo la denuncia eseguita la bonifica lungo il fiume Isonzo a Pieris

Nel Comune di San Canzian d’Isonzo, sotto il ponte ferroviario, erano stati rinvenuti rifiuti di varia tipologia e dimensione dai volontari del Gruppo Monfalcone Fare Verde

Dopo la denuncia eseguita la bonifica lungo il fiume Isonzo a Pieris ( Fare Verde Gruppo 'P.Colli' Monfalcone)

SAN CANZIAN D'ISONZO - I volontari di Fare Verde, questa volta, possono ritenersi pienamente soddisfatti. A Pieris, in via dell’Argine, prima del ponte in direzione Fiumicello, nel Comune di San Canzian d’Isonzo (imboccando la strada sterrata), sotto il ponte ferroviario, erano stati rinvenuti rifiuti di varia tipologia: da materassi a mobili di varie dimensioni, con ante comprensive di vetro. Tutto questo a ridosso del Fiume Isonzo. Grazie alla segnalazione-denuncia dei volontari del Gruppo Monfalcone di Fare Verde, a San Canzian d’Isonzo una discarica abusiva è stata bonificata.

Il Responsabile Daniele Calderone afferma: «Le Autorità e l’Amministrazione Comunale hanno risposto in modo tempestivo e concreto alla denuncia dei volontari di Fare Verde. Riteniamo che la costante collaborazione tra Autorità ed associazioni operanti sul territorio possa produrre risultati positivi nella tutela del territorio e nella sensibilizzazione della popolazione». Il gruppo ritiene, inoltre, che per prevenire questi abbandoni incontrollati di rifiuti o altri danni al territorio sia consigliabile l’installazione di telecamere e foto-trappole o l’avvio di perlustrazioni del territorio, coinvolgendo le associazioni di volontariato operanti nella zona ed i cittadini, veri protagonisti della vivibilità del territorio locale. «La Natura non è il nostro parco dei divertimenti di cui ricordarci solo quando ci fa comodo. Ricordiamolo».