20 settembre 2018
Aggiornato 02:30

La Biblioteca di Gorizia ha acquisito preziosi volumi antichi

E' stata recuperata la parte più antica del vasto patrimonio bibliografico delle Suore Orsoline di Gorizia, ordine che dopo secoli di presenza in città chiude il convento e si trasferisce
La Biblioteca di Gorizia ha acquisito preziosi volumi antichi
La Biblioteca di Gorizia ha acquisito preziosi volumi antichi (Biblioteca Statale Isontina)

GORIZIA - La Biblioteca statale isontina ha acquistato la parte più antica del vasto patrimonio bibliografico delle Suore Orsoline di Gorizia, ordine che dopo secoli di presenza in città chiude il convento e si trasferisce. Sono così entrati nei fondi della Bsi trenta cinquecentine, un paio delle quali piuttosto rare, e cinque manoscritti autografi di Giovanni Maria Marussig (Gorizia 1641-1712). Quest'ultimi lavori, in ottimo stato di conservazione, furono redatti dal sacerdote e scrittore con la passione per il disegno, nell'ultima parte della sua vita, dal 1704 al 1708, con un'impronta storico-cronistica.

Patrimonio bibliografico
«Le Suore Orsoline dopo alcuni secoli di permanenza a Gorizia, chiudono il convento e si trasferiscono - spiega il direttore della Bsi Marco Menato - E’ un segno da non sottovalutare: sono andati via i Gesuiti della Stella Matutina, i Salesiani del Don Bosco, e domani... sicuramente altri ordini sono in procinto di prendere decisioni pesanti e altre chiese saranno chiuse La città si va spopolando e la perdita degli ordini religiosi e più grave di quanto possa sembrare ad una prima analisi. Ecco perché - conclude il direttore - la Biblioteca, che già comprende nel suo vasto patrimonio opere di Marussig e ciquecentine, ha deciso di intervenire affinché questo prezioso patrimonio bibliografico, del quale purtroppo non esiste uno studio complessivo, non vada disperso».

I volumi
Volumetti di formato medio dalla copertina in pelle nei quali il testo vergato con grafia chiara e decorata è arricchito da vignette e disegni acquerellati, alcuni dei quali di buona fattura. Libri antesignani della contemporanea graphic novel, particolarmente rappresentativi della realtà goriziana fra Seicento e Settecento.
Sono dunque stati inventariati: 'Goritia, e sua origine', 'Le morti violenti, o svbitane, svccesse in Goritia', 'Cemto meditationi sopra la Santis.a Passione, Di Carlo Terzo in Spagna' e 'Goritia le chiese, collegij, conventi, cappelle'. I volumi acquisiti sono già stati catalogati e ora sono disponibili per la consultazione.