26 aprile 2018
Aggiornato 17:00
fino a domenica 26 novembre

Una giornata di studio a corredo della mostra multimediale "Donne allo specchio"

Palazzo Coronini ospiterà una giornata di studio sulle donne pittrici. In particolare l'intento è di approfondire l'argomento trattato in una sezione dell'esposizione, ovvero i personaggi femminili nei ritratti della famiglia Coronini

Una giornata di studio a corredo della mostra multimediale "Donne allo specchio" (© Palazzo Coronini)

GORIZIA - Ancora un evento a corredo della mostra multimediale 'Donne allo specchio', visitabile fino a domenica 26 novembre da mercoledì a sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18 e la domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19, con le visite guidate comprese nel biglietto d’ingresso sabato alle 17 e domenica alle 18. Venerdì 10, dalle 10 alle 17. Palazzo Coronini ospiterà una giornata di studio sulle donne pittrici. In particolare l'intento è di approfondire l'argomento trattato in una sezione dell'esposizione, ovvero i personaggi femminili nei ritratti della famiglia Coronini.

La condizione delle donne nei secoli scorsi
Fino all'Ottocento la possibilità per le donne di accedere a un qualunque tipo di istruzione e in particolare a un’educazione di tipo artistico fu fortemente condizionata dall'estrazione sociale e familiare: escluse dalla formazione ufficiale delle botteghe prima e delle Accademie poi, le pittrici erano per lo più figlie, sorelle o mogli di pittori che apprendevano il mestiere esclusivamente attraverso l'insegnamento di padri, fratelli o mariti. Nel Settecento il mondo delle Accademie iniziò ad accogliere cautamente le donne come membri d'onore (Rosalba Carriera ed Elisabeth Vigée Le Brun furono ammesse alla Académie Royale di Parigi), ma solo alla fine del XIX secolo le pittrici cominciarono a essere accettate nelle aule per studiare. Un traguardo agognato, ma raggiunto fuori tempo massimo perché all'epoca il mondo dell'arte, con la rivoluzione delle avanguardie, si sviluppava ormai al di fuori delle istituzioni ufficiali e anche per le donne il sogno della pittura poteva seguire nuove strade. L'evento è organizzato in collaborazione con il Polo Museale del Friuli Venezia Giulia e la Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio del Friuli Venezia Giulia.

La mostra a Palazzo Coronini
L’esposizione 'Donne allo specchio' si propone di seguire il lento mutare dell’immagine e del ruolo della donna in quattro secoli di storia attraverso una quarantina di ritratti, offrendo la possibilità di una doppia fruizione, una tradizionale e una interattiva e multimediale. Le opere esposte nella storica dimora di viale XX Settembre 'prendono vita' grazie a un’applicazione per smartphone, tablet e dispositivi mobili, che consentono di sovrapporre alla vista dei dipinti effetti di realtà aumentata con suoni e filmati. La app, realizzata dal Laboratorio di ricerca Sasweb del Centro Polifunzionale di Gorizia dell’Università degli studi di Udine, fruibile grazie al wi-fi attivato nel Palazzo, fornisce informazioni su opere, soggetti raffigurati e gli artisti, con approfondimenti su personaggi, dettagli dell’abbigliamento o altri particolari.