19 novembre 2017
Aggiornato 03:30
domenica 12 novembre alle 16

Al Teatro Verdi di Gorizia il musical "Il giro del mondo in 80 giorni" apre le Pomeridiane

Un viaggio per i continenti nell’epoca delle invenzioni, in un’atmosfera sorprendente e divertente che affascinerà i più piccoli e non solo

Al Teatro Verdi di Gorizia il musical "Il giro del mondo in 80 giorni" apre le Pomeridiane (© Teatro comunale Giuseppe Verdi di Gorizia)

GORIZIA - Un viaggio per i continenti nell’epoca delle invenzioni, in un’atmosfera sorprendente e divertente che affascinerà i più piccoli e non solo: il Teatro Verdi di Gorizia porterà i suoi spettatori a fare Il giro del mondo in ottanta giorni, domenica 12 alle 16, primo appuntamento del cartellone Verdi Young Pomeridiane della stagione artistica 2017-2018.

Spettacolo ispirato al romanzo di Verne
Liberamente ispirato al romanzo di Jules Verne, lo spettacolo del Fantateatro racconta la storia di Phileas Fogg e della sua scommessa: compiere il giro del mondo entro ottanta giorni e ritornare a Londra dai soci del Reform Club. Per il gentleman britannico e il suo maggiordomo Passepartout inizia così una rocambolesca corsa contro il tempo, a bordo dei mezzi più diversi e alla scoperta di culture lontane, in India, Cina, Giappone, Stati Uniti d’America e non solo. Durante il viaggio Phileas Fogg incontrera l’amore e scoprirà la fedeltà e l’amicizia del suo maggiordomo, ma dovrà vedersela anche con una spietata poliziotta inglese che a causa di un equivoco lo crederà colpevole di un ingente furto. All’ambientazione contribuiranno le videoproiezioni, che, con aperture e finestre, accompagneranno gli attori e lo spettatore su treni, navi, e persino elefanti.

Abbonamenti
Per abbonamenti e biglietti il botteghino del Teatro, in corso Italia (tel. 0481 383602) è aperto dal lunedì al sabato dalle 17 alle 19. I biglietti sono disponibili anche sul circuito Viva ticket.

Nomi prestigiosi per la stagione 2017-2018
A inaugurare la stagione sarà giovedì 26 ottobre Simone Cristicchi: nell’ambito del cartellone di Musica e balletto il 'cantattore' tornerà al Verdi con La buona novella di Fabrizio De André, proposta in versione per orchestra sinfonica e coro giovanile scritta da Valter Sivilotti.
Tanti i nomi prestigiosi che calcheranno il palcoscenico goriziano nella stagione artistica 2017-2018: Raoul Bova, Chiara Francini, Ambra Angiolini, Umberto Orsini, Francesca Inaudi, Violante Placido, Paolo Ruffini, Giorgio Pasotti, Massimo Ranieri, Angela Finocchiaro, Ariella Reggio e Arturo Brachetti, tanto per fare qualche esempio. Una stagione che emozionerà, divertirà e farà riflettere. Riconfermato e implementato su input del Comune, sulla scia del successo ottenuto lo scorso anno, il cartellone Young, dedicato a scuole e famiglie, con una doppia recita in lingua inglese per le scuole.

La novità del 'Verdi Off'
Ma la vera novità è rappresentata dal Verdi Off, introdotto con una duplice finalità: allargare ulteriormente la platea di spettatori, coinvolgendo in prima persona giovani e universitari, e offrire una visione lucida del quotidiano, attraverso proposte originali di compagnie riconosciute e pluripremiate. Un’occasione per conoscere il lavoro di artisti emergenti, che con i loro spettacoli veicolano nuovi linguaggi dando uno sguardo acuto sul contemporaneo. Il rapporto tra l’uomo e le sue perversioni sarà analizzato martedì 16 gennaio in Pitecus, spettacolo che Antonio Rezza ha scritto insieme a Flavia Mastrella e che interpreta. La paranza dei bambini, in scena giovedì 1 febbraio, è frutto dell’incontro tra l’omonimo libro di Roberto Saviano e il drammaturgo e regista teatrale Mario Gelardi. Sei animali notturni, illusi e perdenti, che provano a combattere aggrappati ai loro piccoli squallidi sogni sono invece i protagonisti di Animali da bar, spettacolo della Carrozzeria Orfeo. Il pluripremiato monologo La merda chiuderà il cartellone Off martedì 13 marzo.