18 settembre 2018
Aggiornato 19:00

Vito-Santoro, l'area naturale del Lisert è da tutelare

La ridefinizione dell'area di salvaguardia ambientale nelle vicinanze del Porto e della zona industriale di Monfalcone è un impegno della Regione
Vito-Santoro, l'area naturale del Lisert è da tutelare
Vito-Santoro, l'area naturale del Lisert è da tutelare (Foto Arc Montenero)

MONFALCONE - La ridefinizione dell'area di tutela ambientale del Lisert, nelle vicinanze del Porto e della zona industriale di Monfalcone, è un impegno della Regione. Per questo gli assessori regionali all'Ambiente, Sara Vito, e alle Infrastrutture, Mariagrazia Santoro, hanno convocato una riunione con i rappresentanti dei soggetti interessati - Comune di Monfalcone, Consorzio di sviluppo economico del Monfalconese, Azienda speciale per il Porto di Monfalcone - con lo scopo di definirne il perimetro e le modalità pianificatorie più corrette da attuare. L'incontro, che faceva seguito a una precedente riunione svoltasi presso il Consiglio regionale, ha consentito alle due esponenti della Giunta di riscontrare la condivisione di massima dei presenti sul progetto di salvaguardia dell'area. Il prossimo passo sarà la formulazione, da parte dell'Esecutivo, della proposta.

In particolare, l'assessore all'Ambiente, Sara Vito, ha evidenziato che la riunione ha permesso di fare un passo avanti per l'individuazione di una cornice amministrativa attinente agli strumenti urbanistici in essere, chiara e condivisa, per fare in modo che le necessità di valorizzazione dell'ambiente e lo sviluppo industriale possano coesistere e assicurare chiarezza sulla destinazione dell'area «così com'è richiesto sia dal mondo ambientalista che da quello delle imprese».
Su questa linea, ha aggiunto Vito, «inizieremo un percorso amministrativo che spero si possa concludere entro l'anno, in modo da poter garantire lo sviluppo di questo territorio per i prossimi anni».
«Il fatto - ha concluso l'assessore - che il Consorzio industriale abbia espresso la condivisione per la proposta della Regione, è la dimostrazione non solo della bontà dell'ipotesi, ma anche della necessità di chiarire una volta per tutte la situazione».

«La riunione - ha aggiunto l'assessore Santoro - ha infatti dimostrato come nella volontà dei soggetti interessati vi sia l'obiettivo di far convivere una zona di valenza ambientale con la realtà industriale di grande rilevanza e con il porto di Monfalcone».
«Si tratta di un tema importante - ha detto Santoro - che costringe a una valutazione attenta degli aspetti geomorfologici, naturalistici e insediativi: da ciò è nata una proposta da condividere con il Consorzio industriale, nella logica di poter individuare regole chiare per la definizione della tutela della zona del Lisert».
«In modo che il futuro - ha concluso - per questo territorio, possa essere molto più certo sia dal punto di vista del diritto, che delle cose che vi si possono fare, anche per tutti gli imprenditori che vorranno investire in un'area così importante».