15 dicembre 2017
Aggiornato 12:30
Domenica 10 dicembre alle 16

Arriva l'anteprima nazionale del musical "Il canto di Natale" del Fantateatro

Natale arriverą in anticipo al Teatro Verdi, il palcoscenico goriziano ospiterą lo spettacolo liberamente ispirato al racconto di Charles Dickens

Arriva l'anteprima nazionale del musical "Il canto di Natale" del Fantateatro (© Teatro Verdi di Gorizia)

GORIZIA - Natale arriverà in anticipo al Teatro Verdi. Domenica 10 dicembre, alle 16, il palcoscenico goriziano ospiterà l’anteprima nazionale de 'Il canto di Natale. Il musical', secondo appuntamento del cartellone Verdi Young Pomeridiane. Liberamente ispirato al racconto di Charles Dickens, lo spettacolo proposto dal Fantateatro abbina diversi linguaggi artistici come il teatro, la musica e la danza, in un turbinio di emozioni che proietta lo spettatore in un’atmosfera natalizia poetica e divertente nello stesso tempo. I biglietti sono in vendita nel Botteghino del Teatro in corso Italia, aperto da lunedì a sabato dalle 17 alle 19, e sono disponibili su www.vivaticket.it.

Teatro, musica e danza...tutti insieme
Le musiche originali, scritte da musicisti di fama internazionale come Piero Monterisi ed Emanuele Brignola, regalano emozioni dal sapore moderno senza tradire quell’atmosfera magica del Natale che il racconto esige. L’originalissima messa in scena vede recitare insieme pupazzi e attori, secondo una tecnica sperimentata nei musical di Londra e Broadway e rielaborata appositamente da Fantateatro. I coloratissimi costumi di scena rendono indimenticabili le magiche videoproiezioni, capaci di trasportare con le emozioni nell’incantato mondo del Natale, mentre le movimentate coreografie permettono di viaggiare con la fantasia.

La storia di Scrooge
Lo spettacolo racconta la storia di Scrooge, uomo d'affari, che pensa solo al successo, al denaro e al lavoro, a discapito della famiglia, tanto da non riuscire a godere nemmeno del tepore del Natale. La svolta della sua esistenza arriva proprio alla vigilia di Natale, quando, rientrando a casa più arrabbiato del solito, Scrooge si trova di fronte tre fantasmi che rappresentano il passato, il presente e il futuro. Un incontro che cambierà il suo modo di provare i sentimenti e di relazionarsi con gli altri: si pentirà del proprio egoismo, del distacco dalla propria famiglia e del disprezzo per le cose che ha, dando un senso più profondo alla propria vita. Il cambiamento di Scrooge è totale: da avaro a filantropo, da gretto a benevolo. Un esempio di redenzione, una speranza per il futuro, un appello al pubblico a trovare o a ritrovare lo spirito del Natale e a farlo durare tutto l'anno.