17 ottobre 2018
Aggiornato 10:00

Al Teatro Verdi di Gorizia risate a non finire con il varietà dei Legnanesi

I loro spettacoli sono un tuffo nel passato per ricordare o riscoprire la cultura popolare e raccontare storie di tutti i giorni
Al Teatro Verdi di Gorizia risate a non finire con il varietà dei Legnanesi
Al Teatro Verdi di Gorizia risate a non finire con il varietà dei Legnanesi (Teatro Verdi di Gorizia)

GORIZIA - È un trio collaudatissimo quello composto da Antonio Provasio (Teresa), Enrico Dalceri (Mabilia) e Luigi Campisi (Giovanni), che con talento e una capacità unica di tenere gli spettatori incollati alle poltrone regalano risate senza sosta portando in scena vere e proprie 'maschere'. I Legnanesi saranno a Gorizia al Teatro Verdi mercoledì 20 dicembre, con 'Signori si nasce… E noi?', ultimo spettacolo del 2017 della stagione artistica, inserito nel cartellone dei Grandi eventi-Smile.

Spettacolo omaggio a Totò
In occasione dei 50 anni dalla scomparsa del grande Antonio De Curtis, il titolo dello spettacolo, i colori caldi e passionali e le tradizioni di Napoli, la 'Malafemmena', 'O’ sole mio' e 'Funiculì Funiculà' come colonna sonora, saranno gli ingredienti dell’omaggio alla maschera immortale di Totò. Dal 1949 interpreti della tradizione teatrale italiana, gli spettacoli de I Legnanesi sono un tuffo nel passato per ricordare o riscoprire la cultura popolare e raccontare storie di tutti i giorni attraverso una comicità pulita, dedicata alla gente comune, nel singolare 'italiandialetto', un mix di italiano e dialetto lombardo. Teresa è la tipica donna di cortile, che rispecchia i 'povercrist', alle prese con rivalità di ringhiera, difficoltà economiche e preoccupazioni per la figlia quarantenne ancora da mantenere. Mabilia, la figlia zitella, incarna il cliché di un certo mondo femminile di massa, dove l’apparenza è l’unica cosa importante, sempre al di sopra delle sue possibilità, che sogna di emergere e di diventare una soubrette. Unico uomo del cortile, Giovanni è un personaggio di poche parole, capace di restare in scena senza aprire bocca, giocando solo sulla mimica facciale e sulla camminata incerta tipica di chi ha alzato troppo il gomito. I biglietti sono in vendita nel Botteghino del Teatro in corso Italia, aperto da lunedì a sabato dalle 17 alle 19, e sono disponibili su www.vivaticket.it.

Verdi Mix, un'idea regalo per Natale
Per chi desidera fare, o perché no, farsi, un regalo originale per Natale, l’ideale è il Verdi Mix, la speciale forma di abbonamento che permette di scegliere tre spettacoli della stagione artistica 2017-2018 a prezzi davvero promozionali. Il Comune di Gorizia ha deciso di mantenere i costi invariati rispetto allo scorso anno: si va quindi dai 30 euro della Seconda galleria ai 49 della Platea per tutti e tre gli appuntamenti, con riduzioni significative per over 65, giovani fino a 26 anni, iscritti all’Università della Terza età, possessori di GoUniGo Card e abbonati alle altre stagioni artistiche convenzionate (Terzo Teatro, associazione culturale Lipizer, Opera Live e Balletti di Kinemax, Teatro Slovensko Narodno Gledališče di Nova Gorica).
Un pacchetto che si può quindi comporre a proprio piacimento con due spettacoli di Prosa, Musica e Operetta e uno di Grandi Eventi, Concerti e Balletti. Per informazioni o per sottoscrivere il Verdi Mix, il Botteghino del Teatro, in corso Italia (0481-383602), è aperto da lunedì a sabato dalle 17 alle 19. Solo dal 27 al 30 dicembre compresi sarà operativo dalle 10 alle 12. Per il Verdi Mix si potranno scegliere due titoli tra 'Giselle' (Balletto), 'Lo Schiaccianoci' (Fuori abbonamento), 'Mariti e mogli' Prosa), 'Sogno di una notte di mezza estate' (Prosa), 'La vedova scaltra' Prosa e il Concerto della Mitteleuropa orchestra (Musica), e uno tra 'Signori si nasce… e noi?' (Grandi eventi),'El tango' (International dance) e 'I capolavori del balletto russo' (International dance).