Palazzo Coronini di Gorizia tira le somme del 2017

Quasi 4.000 i visitatori a Palazzo e alle mostre organizzate e più di 4.000 i partecipanti agli eventi ospitati
Palazzo Coronini di Gorizia tira le somme del 2017
Palazzo Coronini di Gorizia tira le somme del 2017 (Palazzo Coronini)

GORIZIA - Dicembre tempo di bilanci anche per Palazzo Coronini. Tra attività istituzionali e iniziative promosse da terzi sono state oltre 8 mila le persone che hanno fatto tappa nel 2017 nella storica dimora di viale XX Settembre e nel suo splendido Parco. Per l’esattezza nel corso dell’anno i visitatori alla mostra multimediale 'Donne allo specchio' e al Palazzo sono stati 3.905. Il mese da record è stato maggio, quando gli accessi sono stati 882, seguito da settembre, con 700 biglietti staccati.

Annata di successo
I numeri confermano quindi il successo riscosso dalla mostra, allestita appunto in gran parte nelle suggestive sale del Palazzo oltre che nelle Scuderie. I positivi riscontri ottenuti nel corso dei mesi hanno non a caso spinto la Fondazione Coronini a prorogare l’apertura di un mese, fino a fine novembre. Obiettivo dell’esposizione è stato percorrere il lento mutare dell’immagine e del ruolo della donna in quattro secoli di storia, attraverso una quarantina di ritratti, con la possibilità di una doppia fruizione, una tradizionale e una interattiva e multimediale. Le opere esposte erano in grado di 'prendere vita' grazie a un’applicazione per smartphone, tablet e dispositivi mobili, capace di sovrapporre alla vista dei dipinti effetti di realtà aumentata con suoni e filmati. La app, realizzata dal Laboratorio di ricerca SasWeb del Centro Polifunzionale di Gorizia dell’Università degli studi di Udine, fruibile grazie al wi-fi attivato nel Palazzo, forniva così informazioni su opere, soggetti raffigurati e gli artisti, con approfondimenti su personaggi, dettagli dell’abbigliamento o altri particolari. Gli audio e i video sono stati realizzati grazie alla collaborazione degli attori di a.Artisti Associati di Gorizia.

Sede di iniziative e attività promosse da realtà del territorio
Ma al di là della mostra e degli ingressi, Palazzo Coronini è stato meta anche di altri visitatori, visto che ha ospitato nel corso del 2017 molte iniziative e attività promosse da associazioni, scuole e realtà goriziane. Ben 4.715 sono stati i partecipanti alle varie manifestazioni: scorrendo i dati spiccano le 'Figure in festa' del Cta, con 1.010 persone coinvolte, o il Premio Amidei, che con le sue proiezioni nel Parco ne ha totalizzate 2.800. Tra le altre occasioni di conoscere il Palazzo e il suo prezioso patrimonio, anche alcune attività con le scuole, come l’orienteering nel parco promosso dal polo liceale le due sfilate organizzare dal liceo artistico Max Fabiani. E ancora le riprese per il video di Free voices, con la successiva presentazione del prodotto finito, l’Invasione digitale per gli appassionati di tecnologia, la visita dedicata al Lions club e le visite guidate in sinergia con Kromberk.

Molte le collaborazioni
Lunga anche la lista delle collaborazioni che hanno caratterizzato il 2017. Progetti di Alternanza scuola/lavoro hanno portato a Palazzo Coronini 34 studenti del polo liceale, sei del D’Annunzio, 58 dell’artistico Fabiani e tre dello scientifico di Monfalcone. Tante le iniziative volte alla cura del Parco. Il Centro per l’educazione e la formazione agricola permanente di Codroipo ha provveduto a interventi di manutenzione, nell’ambito dei corsi di formazione professionale, in virtù di una convenzione annuale. Anche il Cisi ha portato avanti interventi di piccola manutenzione ordinaria nel parco, mentre la sinergia con l’UniTre si è concretizzata in un laboratorio di restauro e pittura del legno, senza dimenticare i lavori eseguiti dalla sezione Ana di Gorizia insieme alla Protezione civile sempre sul verde.

Orari di apertura e chiusura
Dopo la chiusura della mostra multimediale 'Donne allo specchio' e nell’attesa dell’allestimento della nuova esposizione, Palazzo Coronini osserverà nuovi orari fino al 31 gennaio 2018: sarà aperto dalle 10 alle 13 e dalle 14 alle 17 domani, venerdì 29, e sabato 30. A gennaio i giorni di apertura saranno dal 3 al 7, dal 12 al 14, dal 19 al 21, dal 26 al 28. Per tutti gli altri giorni resta la disponibilità a effettuare visite su prenotazione per i gruppi.