19 gennaio 2018
Aggiornato 10:00
Domenica 11 febbraio

Per la prima volta nella storia dei Guinness sarą tentato il primato del 'Longest Tiramisł'

Presso il Tiare Shopping di Villesse prova ufficiale di Guinness World Record per il tiramisł pił lungo del mondo

Per la prima volta nella storia dei Guinness sarą tentato il primato del 'Longest Tiramisł' (© Shutterstock.com)

VILLESSE – Domenica 11 febbraio in Friuli Venezia Giulia, presso Tiare Shopping di Villesse prova ufficiale di Guinness World Record per il tiramisù più lungo del mondo. Il tiramisù si dimostra sempre di più il dessert Made in Italy più amato, non soltanto all’estero ma anche nel nostro Paese. Dopo il record del tiramsù 'più grande del mondo' (2015) stabilito da Gemona con 3015 Kg, e la Tiramisù World Cup di Treviso, un nuovo imperdibile evento di rilievo internazionale rilancerà l’attenzione sul goloso dolce al cucchiaio a base di mascarpone, savoiardi, caffè e cacao.

Una nuova sfida da record
Per la prima volta nella storia della Guinness World Record sarà tentato il primato per il 'longest tiramisu' del mondo. L’Official Attempt si svolgerà presso il Tiare Shopping di Villesse con inizio della manifestazione al mattino e conclusione intorno alle 16-17 del pomeriggio. «Abbiamo scelto di ospitare questo evento - commenta Giuliana Boiano, Direttore di Tiare Shopping – innanzitutto per ribadire la nostra volontà di valorizzare le tradizioni di questo territorio e in seconda battuta per riaffermare il tema su cui abbiamo scelto di concentrarci quest’anno: l’enogastronomia e l'alta cucina. Il tiramisù unisce entrambe questi obiettivi: è nato proprio nella nostra regione per diventare poi patrimonio di tutto il Paese. Conquistare questo nuovo record sarebbe un bel modo per celebrare una specialità del Friuli Venezia Giulia e certamente un’occasione di orgoglio per Tiare Shopping che con Tiare Chef Lab celebra ogni giorno l’alta cucina».

Il dolce sarà lungo almeno cento metri
L’organizzazione di questo spettacolare Guiness World Record è stata affidata a Mirko Ricci, già detentore di due Guinness World Record: ha realizzato il tiramisù da 3015 kg di Gemona e il profiterole da 150 kg, record ancora imbattuti e da tre anni inseriti nel famoso libro mondiale dei primati. Gli organizzatori si prefiggono di evidenziare le caratteristiche conviviali del tiramisù, dolce della famiglia e bandiera dell’Italia nel mondo. «In questa nuova sfida – dice Ricci - la storia di questo dolce che ha unificato l’Italia viene valorizzata dalla coesione e dal senso di appartenenza della comunità friulana che l’ha ritrovato. Infatti sono molte le aziende che sosterranno l’iniziativa, con l’aiuto di tanti volontari e professionisti pronti a scendere in campo per conquistare un nuovo primato mondiale. Inviteremo anche i rappresentanti delle città di Treviso, Tolmezzo e San Canzian d’Isonzo, per Pieris, per festeggiare tutti insieme questo patrimonio della cucina italiana».
E’ previsto un tavolo lungo almeno centro metri, attorno al quale, dal mattino fino al giudizio del giudice ufficiale del Guinnes Word Record di Londra, Lorenzo Veltri, lavoreranno tanti volontari insieme ai pasticceri professionisti dell’associazione friulana 'Etica del gusto'. Sarà presente Natascha Noia de 'la chef Mobile' concorrente dell’edizione 2017 di Hell’s Kitchen e i critici e food writer Clara e Gigi Padovani che racconteranno curiosità, storia, e ricette del tiramisù. «Siamo lieti che si sia risvegliato un grande interesse intorno al tiramisù – dicono Clara e Gigi – dopo il nostro libro di indagine storica e crediamo sia giusto rilanciarlo in tante manifestazione per ribadire la grande forza di questo 'monumento' della nostra gastronomia, basato su ingredienti semplici e genuini».

Le aziende partecipanti
E’ già confermata, per gli ingredienti, la partecipazione di aziende sostenitrici come: Latterie Friulane, Forno Bonomi, Oro Caffè, Uova Pascolo, Lidt. Si brinderà al record con 'Tiramisù' Spumante Italiano di Astoria, prodotto in Veneto, suggellando cosi almeno sulla tavolo l’unione culinaria tra le due regioni.