Eventi & Cultura | da martedì 9 gennaio

Al via il workshop 'Formazione all'informazione informata', parallelo al percorso Verdi Off

Il corso, gratuito, prevede cinque lezioni di tre ore ciascuna. Il calendario sarà illustrato durante la prima serata

Al via il workshop 'Formazione all'informazione informata', parallelo al percorso Verdi Off
Al via il workshop 'Formazione all'informazione informata', parallelo al percorso Verdi Off (Teatro Verdi di Gorizia)

GORIZIA – Prenderà il via martedì 9 gennaio alle 18 al Teatro Verdi il workshop 'Formazione all'informazione informata - Promozione e comunicazione spettacoli dal vivo (Verdi Off)', tenuto da Igor Damilano (scrittore, speaker radiofonico, insegnante di scrittura creativa emozionale e consulente del Sistema What’s Up per il benessere giovanile) e Cinzia Lacalamita (scrittice, editorialista, editor, consulente editoriale e insegnante di scrittura creativa emozionale).

Il corso
Il corso, che sarà gratuito, prevede cinque lezioni di tre ore ciascuna. Il calendario sarà illustrato durante la prima serata, che sarà appunto l’occasione per illustrare le tematiche che saranno affrontate. L'obiettivo è fornire agli studenti gli strumenti fondamentali per elaborare contenuti da diffondere per la promozione di spettacoli teatrali. Ci saranno quindi molti laboratori pratici, anche per dare strumenti utili all'informazione e promozione degli eventi del Verdi off, la nuova sezione dedicata alla drammaturgia contemporanea introdotta nella stagione artistica 2017-2018. Uno spazio dedicato agli artisti più interessanti della nuova scena italiana, creatori di linguaggi innovativi, interpreti di urgenze attuali e visioni future. Presenti alla conferenza stampa di presentazione del Verdi Off e del workshop l’assessore comunale alla Cultura, Fabrizio Oreti, il direttore artistico del Teatro Verdi, Walter Mramor, e Igor Damilano. «Con l’amministrazione abbiamo pensato di arricchire la stagione di un percorso di nuova poetica teatrale, con quattro proposte originali, impegnate e autoriali, tutte di grande impatto. Così è nato il Verdi Off, che mi auguro incuriosisca il pubblico giovane e non solo», ha spiegato Mramor.

Gli spettacoli del Verdi Off
Quattro sono gli spettacoli inclusi nel Verdi Off, per i quali sarà aperta solo la Platea del Verdi. Il rapporto tra l’uomo e le sue perversioni sarà analizzato martedì 16 gennaio in Pitecus, spettacolo che ha fatto conoscere Antonio Rezza, da lui interpretato, oltre che scritto insieme a Flavia Mastrella. La paranza dei bambini, in scena giovedì 1 febbraio, è frutto dell’incontro tra l’omonimo libro di Roberto Saviano (che racconta la storia di dieci ragazzi napolitani e della loro ascesa nella camorra) e il drammaturgo e regista teatrale Mario Gelardi. Sei animali notturni, illusi e perdenti, che provano a combattere aggrappati ai loro piccoli squallidi sogni sono invece i protagonisti di Animali da bar, spettacolo della Carrozzeria Orfeo, compagnia fondata nel 2007 dai diplomati all’Accademia d’Arte Drammatica Nico Pepe di Udine Massimiliano Setti e Gabriele Di Luca, che sono autori, registi e interpreti dei propri spettacoli. Il pluripremiato monologo La merda chiuderà il cartellone Off martedì 13 marzo: Il 'brutale, disturbante e umano' testo sulla condizione umana di Cristian Ceresoli vede Silvia Gallerano sola in scena, nuda su un trespolo, che parlando della sua storia di donna parla delle insicurezze dell’individuo e di quelle della società di oggi.
L’abbonamento Verdi Off (38 euro) sarà in vendita fino a martedì 16 gennaio nel Botteghino del Verdi (0481 383602), aperto da lunedì a sabato dalle 17 alle 19.