Cronaca | a gorizia

Gorizia, maxi sequestro di sigarette di contrabbando. Trovati anche dispositivi tecnologici

I militi dell’Arma hanno fermato un'autovettura con targa Slovacca nella quale venivano rinvenute numerosissime stecche di sigarette con scritte in cirillico. Trovati anche trovati numerosi telefonini cellulari, tablet, navigatori provenienti dalla vicina Repubblica Slovena

Gorizia, maxi sequestro di sigarette di contrabbando. Trovati anche dispositivi tecnologici
Gorizia, maxi sequestro di sigarette di contrabbando. Trovati anche dispositivi tecnologici (Diario di Gorizia)

GORIZIA - I militari della Stazione Carabinieri di Montesanto e del Nucleo Operativo e Radiomobile di Gorizia, nel decorso fine settimana, hanno proceduto a un maxi sequestro di sigarette, denunciando due stranieri per concorso in contrabbando aggravato di tabacchi lavorati esteri (T.L.E.). In particolare, nell’ambito dei servizi di controllo del territorio, i militari della Stazione CC di Gorizia - Montesanto, hanno fermato un'autovettura Skoda Octavia con targa Slovacca, con a bordo un uomo (T.M. di 32 anni) e una donna (S.T. di 63 anni), entrambi ucraini.

OLTRE 12 MILA PACCHETTI DI SIGARETTE - Il bagagliaio dell’autovettura, con i sedili posteriori abbattuti era ricoperto da un grosso telo a copertura di un non ben precisato carico. I militi dell’Arma, insospettiti da tale particolare connotazione del carico e dall’atteggiamento delle persone decidevano di approfondire la verifica, ispezionando la vettura ed il suo contenuto. Sotto il telo venivano rinvenute numerosissime stecche di sigarette con scritte in cirillico. A quel punto, con il supporto del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia CC di Gorizia, i due stranieri e l’autovettura venivano trasferiti presso il Comando della Stazione di Montesanto per verificare il quantitativo di T.L.E. e la provenienza dello stesso. Sul posto intervenivano anche i militari della Guardia di Finanza, per le specifiche competenze in materia di contrabbando, coadiuvati anche da un'unità cinofila, allo scopo di verificare l'eventuale trasporto di stupefacenti. Quest’ulteriore verifica dava esito negativo. Nel corso della perquisizione dell’auto, i militari scoprivano che le stecche riempivano non solo il portabagagli e i sedili posteriori dell'auto, ma anche le intercapedini, l’interno dei sedili e delle porte, tanto che alla fine della perquisizione si contavano nr. 1254 stecche di sigarette (pari a nr. 12540 pacchetti), per un peso complessivo superiore ai 250 kg e un valore commerciale di oltre 40 mila euro.

SEQUESTRATI ANCHE DISPOSITIVI TECNOLOGICI - I due stranieri, inoltre, venivano trovati in possesso di numerosi telefonini cellulari, tablet, navigatori, e risultavano essere entrati in Italia provenienti dalla vicina Repubblica Slovena. Considerato l’ingente quantitativo e le dotazioni rinvenute è possibile si tratti di contrabbandieri abituali, facenti parte di organizzazioni internazionali che si occupano di tale tipologia di traffici.